RICCHEZZA AL FEMMINILE: "L'ALTRA METÀ DEL CIELO"

RICCHEZZA AL FEMMINILE: "L'ALTRA METÀ DEL CIELO"
Pechino, 19 ott. - Chissà se nel definire l'universo femminile "l'altra metà del cielo" il Presidente Mao aveva immaginato che un giorno cinque tra le dieci businesswomen più ricche al mondo sarebbero state di nazionalità cinese. La notizia fa capo alla pubblicazione dell'edizione 2009 della Hurun List of the Richest Women (Elenco delle Donne più Ricche pubblicato da Hurun). In testa alle imprenditrici cinesi troviamo la cinquentaduenne Zhang Ying il cui capitale è stimato in 4.9 miliardi di dollari. Alla guida della Nine Dragon Paper – azienda che acquista carta straccia dagli USA e, dopo averla importata in Cina, la trasforma in scatoloni utilizzati per le esportazioni dei prodotti cinesi – già nel 2006 si era guadagnata la posizione di capofila nell'analogo elenco curato da Hurun. Forse la stessa Zhang Ying  – come si legge sul database di curricula cinesi Xinlang Caijing Renhu - quando, finiti gli studi in contabilità e finanza, si trasferì a Hong Kong con soli 30mila yuan (3mila euro)  per "gettarsi nel mare degli affari" non avrebbe creduto in tanto successo. A lei seguono Yang Huiyang di Country Garden e Chen Lihua di Fu Wah International Group (agenzie immobiliari) rispettivamente con un capitale di 4,6 e di 3,9 miliardi di dollari. Sulla giovanissima Yang Huiyang  la rivista Forbes aveva scommesso già nel 2007. Nell'articolo "Daddy's Girl" (Figlie di papà), l'allora ventiseienne Yang era descritta come una promettente rampolla, il cui capitale beneficiava della discendenza familiare e della quotazione in borsa. Sul curriculum della più anziana - 68 anni - Chen Lihua  non appaiono "particolari" note di colore, fatta forse eccezione per un PhD in design artistico conseguito in Georgia e una passione sfrenata per il legno di sandalo rosso che l'ha portata a finanziare la realizzazione di un museo nazionale che contiene più di un centinaio di raffinati manufatti antichi e moderni. Rupert Hoogewerf (colui che ha stilato la classifica) ha affermato: "nessuno si stupirebbe di apprendere che cinque componenti della migliore squadra di pingpong del mondo hanno nazionalità cinese, ma in pochi crederebbero che cinque delle donne più ricche al mondo lo siano". Il segreto del loro successo? Sempre secondo Hoogewerf, vi sarebbe da un lato il favorevole clima politico, culturale e economico (paritario a quello del sesso forte); dall'altro la possibilità di avanzare nella carriera professionale sfruttando la disponibilità dei genitori ad accudire il figlio unico.