PECHINO VIETA RAMADAN NELLO XINJIANG

Pechino, 2 lug. -Il governo cinese ha vietato in modocategorico il ramadam nello Xinjiang. Secondo le ultimedirettive funzionari pubblici, studenti e insegnanti dellaregione autonoma del nord-oevst cinese abitata da una forteminoranza turcofona e di fede musulmana, gli uighuri, nonpotranno osservare il ramadan quest'anno. Lo hanno reso noto isiti ufficiali dei dipartimenti governativi.Una decisione che, a detta del governo, dovra' "garantire lasalute degli impiegati". La misura, che ha sollevato numerosecritiche, segue di pochi giorni gli ultimi di una lunga seriedi scontri tra la popolazione locale e la polizia avvenuti il26 giugno scorso nella regione e che hanno provocato 27 morti.La regione e' spesso teatro di scontri tra gli han cinesi el'etnia uighura che lamenta forti interferenze ediscriminazioni da parte del governo centrale di Pechino. Eproprio gli uighuri sono, per il governo cinese, i responsabilidei maggiori attentati terroristici che hanno minacciato ilPaese negli ultimi mesi. .