NUOVI IMPIEGHI BANCARI AL DI SOTTO DELLE STIME

Pechino, 14 mar. - People's Bank of China (PBoC), la bancacentrale del Paese, ha reso noto che i nuovi crediti denominatiin yuan si sono attestati a 535,6 miliardi di yuan (81,52miliardi di dollari) nel mese di febbraio. La cifra si ferma a192,9 miliardi di yuan (29,36 mld di dollari) in meno rispettoal febbraio dello scorso anno, fa sapere PBoC in un comunicatosul proprio sito web. Alla fine di febbraio, il saldo deicrediti insoluti denominati in yuan si e' attestato a 48,89milamiliardi di yuan, (+17,7% rispetto all'anno precedente).L'aumento e' stato di 9,5 punti percentuali piu' basso diquello registrato nel febbraio 2010. La massa monetaria M2della Cina, che comprende la liquidita' secondaria cioe' ildenaro in circolazione e tutti i depositi, e' salita al 15,7percento anno su anno, fino alla cifra di 73,61mila miliardi diyuan alla fine dello scorso mese. L'incremento e' stato di 9,8punti percentuali in meno rispetto all'incremento dell'annopassato. L'aggregato M1, che comprende denaro in circolazione edepositi in conto corrente, e' salito al 14,5% rispettoall'anno precedente fino a 25,91mila miliardi di yuan. Idepositi si sono attestati a 1,31mila miliardi di yuan, 333,4miliardi al di sopra dello stesso periodo del 2010). Il saldodei depositi in sospeso denominati in yuan si e' attestato al17,6% (72,59mila miliardi di yuan) alla fine di febbraio (+0,2punti percentuali rispetto alla crescita registrata ingennaio). I nuovi crediti di febbraio sono stati inferiori ai600 miliardi attesi dal mercato, ha dichiarato Zhou Wenyuan,della Guotai & Junan Securities. Zhou prevede inoltre che inuovi prestiti in yuan nel 2011 saranno probabilmente inferioriai 7mila miliardi di yuan dal momento che la banca centrale e'tuttora impegnata a mantenere un severo controllo sul creditonel tentativo di assorbire liquidita'. Lo scorso anno, i nuoviprestiti in yuan hanno raggiunto i 7,95mila miliardi di yuan,superando il tetto di 7,5mila miliardi fissato dal governo. .