NUOVE REGOLAMENTAZIONI DOGANALI

Shanghai, 21 mag. - Dal 21 l'ufficio doganale applichera' in 15postazioni doganali, dove il volume degli scambi e' moltoelevato,una nuova regolamentazione sperimentale perl'esportazione delle merci. Sono state scelte Pechino, Tanjin,Dailian, Shanghai, Nanchino, Hangzhou. Tingbo, Fuzhou, Xiamen,Qingdao, Guangzhou, Shenzhen, Gongbei, Huangpu e Jiangmen.Rispetto alla precedente regolamentazione, quella nuova prevedeper i beni a basso rischio un rapido controllo eseguito con ilcomputer e una verifica dei documenti, mentre per la mercealtamente pericolosa il controllo e la verifica sarannoeffettuate nei centri doganali. La tendenza nellaregolamentazione del traffico doganale procede da un sistemache si basava su un tipo di controllo manuale, effettuato dalpersonale, e sulla verifica dei documenti, ad un altroautomatizzato elettronicamente. Ad oggi, con la diffusionedegli effetti negativi della crisi internazionale, si staverificando una contrazione del mercato internazionale, e ilpotere d'acquisto delle monete in tutto il mondo stavisibilmente diminuendo. Anche l'economia cinese, per gli effetti della crisifinanziaria, sta affrontando una forte depressione, e leattivita' di import export sono in forte difficolta'. Ilresponsabile dell'ufficio della dogana ha sottolineato chequesto e' un momento cruciale, e la riforma sperimentale delleregole doganali e' stata voluta con decisione per aumentarel'efficienza delle esportazioni dei beni, per innalzare lacapacita' di competizione delle aziende cinesi a livellomondiale, per fornire sostegno all'espansione e alrafforzamento del mercato internazionale. Questa e' la rispostadata dagli uffici doganali alla sfida lanciata dalla crisieconomica, affinche' venga mantenuto l'importante equilibriofra un economia stabile e un veloce sviluppo. Laregolamentazione sperimentale delle dogane era stata inaugurataa partire dal 27 dicembre 2007 a Shanghai. Analizzando lasituazione, vediamo che la velocita' con cui ora si svolge ilcontrollo e poi il lascia passare delle merci, grazie allameccanizzazione e all'automatizzazione, ha fatto si' che nelledogane il lavoro di registrazione dei documenti divenisse moltopiu' rapido, e ha incrementato la velocita' dell'interopassaggio. Rispetto a prima della riforma nella dogana diShanghai, l'intero processo si e' velocizzato del 30 per cento,e sono subito apparsi i vantaggi e i benefici di questa nuovaregolamentazione. Inoltre e' stato sottolineato come questariforma abbia reso piu' sicuri i controlli e la verifica deidocumenti nei punti di controllo. Il rilascio delle merci abasso rischio viene effettuato attraverso l'automatizzazionecomputerizzata, e nei punti di controllo piu' importanti irischi vengono prevenuti e controllati, con onesta'. Allostesso tempo, il fatto che i documenti vengano rilasciatiattraverso un sistema automatico, diminuisce le possibilita'che le persone possano intervenire su di essi. Inoltrel'attuazione della riforma, facendo si' che non debbano esserele persone ad occuparsi interamente dei documenti, rende piu'efficiente il lavoro di supervisione, migliorando la qualita'del controllo dei documenti. Gli introiti dell'attivita' diesportazione nel 2008 raggiungevano i 762 milioni di yuan (81milioni di euro) e le tasse doganali incassate erano pari a1.85 milioni di yuan (196 mila euro). Adesso rispetto alloscorso anno gli introiti sono aumentati rispettivamente del44.2 % e dell' 84%. Quest'anno a tempo debito la riformasperimentale della regolamentazione doganale verra' attutataanche ad Huangpo.