Non ci sono più speranze per i minatori dello Shanxi

Non resta più neanche la speranza: dal fondo della miniera di carbone allagata dove sono intrappolati da una settimana 153 minatori cinesi non arriva più alcun segno di vita. Lo hanno riferito i 13 soccorritori, tra cui sei sommozzatori, che ieri, dopo aver sentito alcuni rumori provienienti dal fondo dei cunicoli, sono entrati nei pozzi dell'impianto estrattivo di Wangjialin nella regione settentrionale dello Shanxi (nella foto, alcuni soccorritori in un momento di pausa). Il livello dell'acqua all'interno si era abbassato di oltre cinque metri da domenica, con i soccorritori che hanno pompato circa 2mila metri cubi di acqua all'ora: la corsa contro il tempo è stata purtroppo inutile.

04/04/2010