MYANMAR: SAN SUU KYI IN VISITA IN CINA DAL 10 AL 14 GIUGNO

Pechino, 5 giu. - Aung San Suu Kyi, la leader dell'opposizionein Myanmar e Nobel per la Pace nel 1991, sara' in visita inCina dal 10 al 14 giugno prossimi. L'annuncio, dato ieri damembri del suo partito, la National League for Democracy, e'stato confermato dall'agenzia Xinhua. La delegazione guidatadalla leader dell'opposizione visitera' la Cina su invito delDipartimento Internazionale del Comitato Centrale del PartitoComunista Cinese, che ha confermato oggi l'arrivo di Aung sanSuu Kyi a Pechino.La visita della leader birmana e di altri membri del partito dalei guidato rappresenta "un importante scambio tra partiti peril Pcc", ha affermato oggi il portavoce del Ministero degliEsteri, Hong Lei, confermando che i leader di Stato e del Pccriceveranno Aung San Suu Kyi, senza entrare nel dettaglio. Ilrapporto tra i partiti e' una "componente importante" nelrapporto tra Cina e Maynamar, ha poi specificato Hong Lei,sottolineando che la Cina mantiene buoni rapporti con tutti ipartiti del Paese, e formulando l'auspicio che la visita possafavorire la comunicazione e la cooperazione tra Cina e Myanmar.I rapporti tra i due Paesi hanno avuto un momento didifficolta' nei mesi scorsi, dopo che un aereo militare birmanoaveva sganciato una bomba in territorio cinese, vicino alconfine, uccidendo cinque persone. Il Ministero degli Esteri diPechino aveva sporto protesta formale con l'ambasciata birmanain Cina contro l'incidente. Il Myanmar rappresenta uno snodofondamentale per l'approvvigionamento energetico cinese, daquando, a fine 2013, e' entrata in funzione la condotta chelega i due Paesi, e che Pechino considera la "quarta viaenergetica" della Cina. .