Le aziende italiane che sfidano la Cina

Opportunità o rischio: chi scommette ora sulla Cina? Con l'obiettivo di crescita nel 2009 fermo a quota 8%, 20 milioni di disoccupati in più in poche settimane, esportazioni ed importazioni in calo del 20% a febbraio e lo spettro incombente della deflazione, la locomotiva del mondo ormai segna il passo. Basterà il piano di investimenti di Pechino da quasi 600 miliardi di dollari in servizi sociali e infrastrutture a garantire una caduta soft in questa crisi globalizzata? E cosa intendono fare le duemila aziende italiane presenti?
Saranno questi i temi della tavola rotonda di domani martedì 31 marzo (alle ore 17.30, presso la sede del Sole 24 Ore, a Milano in via Monte Rosa, 91) dove interveranno tra gli altri Adolfo Urso, sottosegretario allo Sviluppo economico con delega al Commercio estero, Beniamino Quintieri, Commissario generale World Expo Shanghai 2010 e Cesare Romiti, Presidente della Fondazione Italia Cina che ha collaborato all'organizzazione dell'evento. Marco Palmieri, presidente di Piquadro, Aldo Fumagalli, presidente operativo Candy Group e Matteo Cordero di Montezemolo a.d. del fondo Charme racconteranno inoltre le loro storie d'impresa in Cina. Durante l'incontro – moderato da Gianfranco Fabi, direttore di Radio 24 e organizzato con il contributo di Jesa investiment & management Co. Ltd. e Arethusa – sarà presentato il libro «Oltre la Muraglia» di Rita Fatiguso edito dal Sole 24 Ore.

30/03/2009