JOINT VENTURE TRA PETROCHINA E NIPPON OIL

Pechino, 10 lug - Il Governo Cinese ha dato il suo nulla ostaalla costituzione di una joint venture fra i due colossiasiatici del petrolio, la PetroChina e la raffineria Nippon OilCorp. Osaka. La notizia e' stata diffusa attraverso il sito webdella Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme;l'acquisto di una quota di partecipazione della Nippon Oil daparte della PetroChina aiuterebbe a soddisfare la crescentedomanda di petrolio della Cina, ma nel sito web non statiaggiunti ulteriori dettagli. I primi accordi fra le duecompagnie risalgono allo scorso anno, quando era emersol'obiettivo di consolidare una partnership che avrebbe resopossibile la produzione di 115,000 barili al giorno dipetrolio. In questa fusione la quota di partecipazione delgigante del petrolio cinese e' del 49%, mentre la raffineriagiapponese manterrebbe il restante 51%. Numerosi i commenti deimassimi esperti di economia in Cina; Dai Peng, analista dellaZheshang Securities, ha sottolineato che questa operazionepermetterebbe alla PetroChina di ampliare la sua influenza inAsia e il pieno sfruttamento delle potenzialita' produttivedella raffineria giapponese. Yang Wei, analista per la GuotaiJunan Securities, concorda con Dai, e aggiunge che l'accordofra le due compagnie permettera' alla PetroChina di risparmiaresulle spese di raffinamento, dato che la compagnia ogni annoregistra un elevato numero di esportazioni oltreoceano.Entrambi gli esperti concordano che l'accordo non portera'grandi cambiamenti nel breve termine. La Nippon Oil haprovveduto al servizio di raffinamento per la PetroChina dal2004.