HE GUOQIANG INCONTRA BERLUSCONI E BERSANI

Roma, 9 giu. - He Guoqiang, membro permanente dell'Ufficiopolitico del Partito Comunista Cinese e segretario dellaCommissione centrale per l'ispezione della disciplina del PCC,e' stato ricevuto dal presidente del consiglio SilvioBerlusconi il pomeriggio dell'8 giugno. Dopo aver porto isaluti del premier Wen Jiabao, He Guoqiang ha sottolineato comei leader dei due paesi abbiano contribuito, dal 2004, ainaugurare un nuovo periodo di collaborazione proficua traItalia e Cina. He Guoqiang ha osservato come la situazioneattuale sia favorevole a garantire un ulteriore sviluppo deirapporti tra i due paesi, grazie alla fiducia reciproca tra igoverni, alla ripresa della cooperazione commerciale edeconomica dopo il rallentamento imposto dalla crisi, e a unastretta comunicazione tra i due governi circa i problemiinternazionali e locali. In riferimento alla crisi economica,He Guoqiang ha affermato che, nonostante i segnali di risalita,la ripresa non sembra ancora poggiare su basi solide: si stacercando di coordinare e lavorare insieme alle politichemacroeconomiche, di opporsi a ogni genere di protezionismo e dimigliorare la governance mondiale, con particolare attenzionealla realizzazione di una ripresa sana dell'economia mondiale edi uno sviluppo sostenibile. "Seguiamo con attenzione levicende dei paesi europei colpiti dalla crisi del debitosovrano, - ha proseguito He - e appoggiamo le misure disostegno adottate dall'Unione Europea, dai governi dei paesicoinvolti e dalle organizzazioni finanziarie internazionali."Berlusconi ha detto che i successi raggiunti dalla Cina inambito economico e sociale hanno suscitato l'attenzione delmondo intero, un successo strettamente connesso alla validaguida del Partito e al sistema politico proprio della Cina."Ogni paese ha una situazione a se', e dovrebbe seguire unastrada per lo sviluppo che si adatti alla propria realta', ilsuccesso della Cina ne e' una chiara dimostrazione e credofermamente che ogni paese del mondo, Italia inclusa, possabeneficiare del suo sviluppo. L'economia e la politicainternazionali stanno attraversando un periodo di cambiamentiprofondi e complessi, e la posizione della Cina in relazionealla costruzione di una societa' armoniosa, e' un ottimo mododi pensare alla risoluzione dei problemi." La mattina dellostesso giorno He Guoqiang ha incontrato Bersani. Inquest'occasione, He ha dichiarato che, in 60 anni di governo,il PCC ha trovato nel 'socialismo con caratteristiche cinesi'la via di sviluppo appropriata alla situazione del paese. IlPD, ha proseguito, e' un'importante forza politica per l'Italiae per l'Europa che, insieme al PCC - con il quale da tempoesistono dei rapporti amichevoli - puo' impegnarsi adapprofondire gli scambi e la cooperazione anche per quantoriguarda il consolidamento del PD al suo interno, e che insiemesi puo' contribuire positivamente allo sviluppo dei rapporti alungo termine tra Cina e Italia e tra Cina e Europa. "IlPartito Comunista Cinese - ha affermato He Guoqiang - desiderarafforzare gli scambi e la cooperazione con tutti i partiti delmondo in conformita' ai principi di "sovranita', completauguaglianza, rispetto reciproco e mutua non-interferenza".Bersani ha affermato che il PD condivide o e' molto vicino alleposizioni del PCC sul concetto di sviluppo e su molteproblematiche globali, e che vuole continuare a impegnarsinella promozione dei rapporti italo-cinesi e tra Europa e Cina.Dopo l'incontro, Wang Jiakui, a capo del dipartimentointernazionale del Comitato Centrale del PCC, ha firmato conBersani un memorandum d'intesa di scambio e collaborazione trai due partiti. He Guoqiang ha anche visitato Alenia Aeronauticaallo scopo di osservare gli sviluppi della tecnologia spazialeitaliana. .