Hainan diventerà un polo turistico

Hainan, l'isola più meridionale della Cina nonché più grande zona economica speciale del paese, dovrà diventare una meta turistica internazionale entro il 2020. L'ha stabilito il governo cinese, che sul sito istituzionale www.gov.cn ha pubblicato un documento su come promuovere l'isola, che vanta un clima caldo e un ecosistema tropicale.
Pechino afferma di voler incoraggiare la costruzione di hotel e resort di lusso, senza dimenticare però le strutture alberghiere e i servizi turistici a conduzione familiare. Aiuti saranno dati anche al settore finanziario, sia per spingere il piano pilota per la regolazione degli scambi transfrontalieri direttamente in valuta locale, sia per assistere la quotazione sul mercato azionario delle società turistiche.
Il piano include anche alcune misure per promuovere la moderna agricoltura tropicale di Hainan, comprese la frutticoltura tropicale e l'acquacoltura, ed espandere la cooperazione del settore agricolo con la vicina Taiwan. Parallelamente, lo sviluppo dell'economia dell'isola sarà perseguito anche attraverso l'espansione delle attività di esplorazione delle risorse energetiche come petrolio e gas, nonché il miglioramento delle reti di trasporto, logistiche e It, ma con grande attenzione alla salvaguardia ambientale e alla riduzione dell'inquinamento.
Saranno infine offerti maggiori servizi duty-free, e verrà estesa ulteriormente la politica del visa-free ad altri cinque stati, includendo Finlandia, Danimarca, Norvegia, Ucraina e Kazakhstan nell'elenco dei paesi ai cui cittadini non è richiesto il visto d'ingresso per soggiornare a Hainan (la lista comprende 21 nazioni, tra cui l'Italia).
Nascono in Russia due nuove Zone economiche speciali. Sono state state istituite in Russia due nuove zone economiche speciali. La prima area è stata formata sul territorio del municipio Cerdaklinski rajon della regione di Uljanovsk (al centro, nella parte europea della Russia), su una superficie di quasi 1,2 chilometri quadrati che comprende anche una parte dello scalo Uljanovsk-Vostochny. L'area potrebbe essere ampliata fino a 6,4 kmq.
La seconda zona si trova invece nel municipio Sovetsko-Gavansky del comune di Chabarovsk (Estremo Oriente). La superficie dell'area è di quasi 2,9 kmq e copre una parte del porto marittimo Sovetskaja Gavan; si potrà estendere fino a 4,5 chilometri quadrati.

19/01/2010