GOVERNI LOCALI TROPPO DIPENDENTI DA TASSE SULLA TERRA

Pechino, 27 dic. - La dipendenza crescente dei governi localidalle entrate derivanti dalle tasse sull'usufrutto della terraha causato problemi di ordine sociale, compreso il rapidoaumento dei prezzi delle case; a sostenerlo e' il giornaleufficiale del Partito comunista cinese. Nel 2009, i governilocali hanno raccolto 1,5 trilioni di yuan (226,2 miliardi didollari) in tasse sull'usufrutto della terra, circa il 46percento delle entrate totali, stando al rapporto. In alcunecontee e citta', tali tasse hanno costituito l'80% delleentrate. Con una maggiore disponibilita' della terra diproprieta' statale per lo sviluppo, i governi localiprobabilmente otterranno circa 2 trilioni di yuan dalle tassesul suolo nel 2010. Dopo aver concesso la terra in leasing permotivi di sviluppo, i governi potrebbero imporre delle tasseanche all'industria edile e agli immobiliari, sostiene ilgiornale citando Huang Xiaohu, vice presidente di China LandScience Society. I governi potrebbero inoltre imporre altretasse, ad esempio sull'acquisizione della terra. Una dipendenzaeccessiva da questo tipo di entrare e' nociva, sostiene ilrapporto, perche' porterebbe all'acquisizione illegale dellaterra e a una ulteriore impennata dei prezzi delle case. Neiprossimi cinque anni, ha dichiarato Jia Kang - direttore delFiscal Science Research del ministero delle Finanze - la Cinaottimizzera' il sistema delle entrate fiscali del governo alivello centrale e locale allo scopo di ridurre la dipendenzadalle tasse sull'usufrutto del suolo. Intanto il premier WenJiabao, durante una trasmissione radiofonica trasmessa domenica26 da China National Radio, ha promesso che il governorafforzera' le misure di controllo del prezzo delle case. .