GLI SCAMBI TRA CINA E RUSSIA AUMENTANO DEL 19, 9%

Pechino, 19 ott. - Gli scambi commerciali tra Cina e Russiasono aumentati del 19,9%; questo e' il dato riportatodall'Amministrazione generale delle dogane. Il direttore deldipartimento di statistica Zheng Yuesheng ha dichiarato che,per quanto riguarda gli scambi commerciali tra Cina e Russia,la fase di consolidamento e' ormai giunta al termine e che ilprossimo sara' un periodo di crescita. Secondo le statistichedell'Amministrazione generale delle dogane, a settembre ilvolume di scambi Cina-Russia ha superato i 4 miliardi didollari con un aumento del 25,8%, per una crescita complessivadel 19,9%. Le esportazioni hanno superato il miliardo didollari, diminuendo del 45,6% rispetto allo scorso anno; ilvalore delle importazioni, pari a 2,3 miliardi di dollari, haregistrato un aumento del 3,2% per una crescita complessiva del18,5%. Nei primi tre trimestri di quest'anno, a causa dellacrisi finanziaria internazionale, il commercio bilaterale traCina e' Russia e' apparso in evidente calo. Il traffico diimportazioni ed esportazioni ha raggiunto i 28 miliardi didollari, calando del 34,9% rispetto all'anno precedente. Leesportazioni hanno registrato un volume di 12 miliardi didollari, in calo del 48,9%; le importazioni ammontano a 16miliardi di dollari, in calo del 17,9%. Il traffico complessivoha riportato un deficit di oltre 4 miliardi di dollari. Lestatistiche hanno rivelato che nei primi tre trimestri ilvalore delle esportazioni e' calato drasticamente. Il volumedegli scambi dei prodotti meccanici ed elettronicid'esportazione e' stato di 4 miliardi di dollari, in calo del57,1%. Per quanto riguarda le esportazioni di prodottitradizionali di alta qualita', l'abbigliamento e' sceso del43,2%; le calzature del 21,3%; i prodotti tessili ed i tessutidel 41%; i prodotti in plastica del 35,1%; quelli in acciaiodel 75,6%. Nel secondo trimestre di quest'anno il Pil russo e'sceso del 10,9%, ed il fatturato delle vendite al dettaglio e'calato del 5,6%, la recessione economica, inoltre, si e'riflessa negativamente sulle entrate della popolazione. Secondol'opinione del direttore del dipartimento di statistica e'stata quindi la riduzione del potere d'acquisto la principalecausa della flessione delle esportazioni verso la Russia. Datoche Cina e Russia sono paesi confinanti, i dati sugli scambihanno un rilievo particolare. Dall'inizio del 21� secolo, lavelocita' di crescita dei due paesi ha segnato una media annuadel 27,8%. Nel 2008, il volume degli scambi ha raggiunto lacifra record di 56 miliardi di dollari, crescendo del 18%rispetto all'anno precedente; nello stesso anno, l'entita'delle importazioni ed esportazioni verso la Russia, ottavo trai grandi partner commerciali della Cina, ha coperto il 2,2% deltotale.