Fmi: Lagarde, in Cina per sostegno candidatura -2-


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Parigi, 26 mag - Christine
Lagarde ha anche detto che, nel caso ottenesse l'incarico,
si porrebbe da subito nell'ottica di dimostrare la propria
indipendenza dal governo francese, fin dall'inizio del suo
mandato. L'obiettivo sarebbe "riuscire a dimostrare la mia
indipendenza molto presto". Il ministro francese ha anche
cominciato a delineare le sue priorita'. Ha detto che
continuera' a sostenere un ulteriore riequilibrio dei diritti
di voto in seno al Fmi per garantire che i Paesi piu'
popolosi, come l'Indonesia, siano meglio rappresentati.
"Dobbiamo continuare a migliorare la governance del fondo.
Si tratta di un'istituzione che si e' adattata e deve
adattarsi al resto del mondo", ha detto nell'intervista al
Wall Street Journal dal suo ufficio di Parigi. "Ci sono
Paesi molto piu' piccoli che pesano piu' dell'Indonesia, per
esempio. A questo proposito, il fondo deve cambiare", ha
aggiunto. La Lagarde sostiene che una delle priorita' del
Fondo dovrebbe essere quello di fornire sostegno ai Paesi
del Nord Africa e del Medio Oriente, dove i regimi
autoritari sono stati messi in discussione da un'ondata di
insurrezioni. "Sarebbe una missione critica", ha detto.
Infine, su un tema come il riequilibrio delle valute,
ritiene che la posizione che la Francia ha assunto come capo
del G20 - di disincentivare l'accumulo di riserve - sia
stata una "buona proposta". Passando alla crisi del debito
d'Europa, Christine Lagarde ha ribadito che la posizione
della Francia su una eventuale ristrutturazione del debito
greco e' che si tratti di una questione "fuori discussione".
Mai-Y-


(RADIOCOR) 26-05-11 11:25:11 (0146) 3 NNNN