FIDUCIA DEI CONSUMATORI AI MINIMI DAL 2011

Pechino, 25 set.- La fiducia dei consumatori cinesi a settembreha toccato i livelli minimi dal 2011, secondo i datidell'ultimo sondaggio a livello nazionale. Da gennaio scorso lafiducia dei consumatori cinesi ha perso il 7%. Il risultatoarriva a pochi giorni dalla pubblicazione del dato flash delmanifatturiero, in lieve aumento su base mensile, ma con unpesante calo nel tasso di impiego del settore, ai minimi dafebbraio 2009, e in calo per il quarto mese consecutivo.Gli ultimi dati ufficiali sono stati accompagnati anche da unbrusco ridimensionamento nelle aspettative di crescita dellaCina operata da Goldman Sachs. La banca d'affari statunitenseprevede una crescita del 7,1% il prossimo anno, contro laprecedente stima di un prodotto interno lordo in aumento del7,6% per il 2015. Dal 2017, la crescita cinese si attestera'attorno al 6,7% annuo, secondo gli analisti di Goldman Sachs.Piu' ottimistiche, invece, le ultime previsioni del FondoMonetario Internazionale, che per il prossimo anno fissano unlivello di crescita "ben oltre" il 7% nonostante ilraffreddamento del settore immobiliare, e per quest'annoprevedono una crescita al 7,4%, di poco sotto le aspettativedel governo, attorno al 7,5%. .