ENERGIA: OTTIMIZZAZIONE DELLA RETE ELETTRICA CINESE

Pechino, 14 gen. - Dal 2010 la State Grid Corporation of Chinarafforzera' la rete intelligente (smart grid), provvedendo adavviare la costruzione di una rete di cavi ad alta tensione ead elaborare un piano di ottimizzazione della rete elettrica sularga scala. Questa la notizia appresa nel corso della workingconference annuale sulla rete elettrica nazionale. Secondoquanto previsto dal progetto, entro il 2020, prendera' forma lastruttura di una rete elettrica potenziata che avra' cometerminali di ricezione le reti ad alta tensione della Cinasettentrionale, orientale e centrale, e come punti ditrasmissione le reti del nord ovest e del nord est. La reteintelligente colleghera' centrali che producono elettricita'sfruttando fonti diverse (carbone, acqua, energia nucleare ealtre fonti di energia rinnovabile). La capacita' ditrasmissione della rete superera' i 400 milioni di kW, e potra'soddisfare la richiesta di energia di ogni centro di caricoelettrico del paese. Continuando con la strategia di sviluppodella rete inaugurata l'anno passato, nel 2010 verra' datapriorita' alla costruzione, gia' approvata e avviata, dellereti di trasmissione ad alta tensione Hainan-Annan-Shanghai,Ximeng-Nanchino, Shanbei-Changsha, e altre ancora. Attualmentela prima fase di sperimentazione si e' conclusa. La State GridCorporation of China ha annunciato che quest'anno verra'avviata la seconda fase del progetto, che consistenell'accelerare la realizzazione del progetto dimostrativointegrato nel parco dell'Expo di Shanghai e di sperimentare larete intelligente in alcuni piccoli centri: a Zhangbei, primosito di stoccaggio cinese, e in un'area di Tianjin ancora dastabilire. .