DA CINA DURA CONDANNA A OMICIDIO NEMTSOV

Pechino, 2 mar. - La Cina condanna l'omicidio dell'esponentedell'opposizione russa Boris Nemtsov, freddato da quattro colpidi arma da fuoco nella notte tra venerdi' e sabato scorso inuna zona centrale di Mosca. Lo ha dichiarato oggi la portavocedel Ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, durante unincontro con la stampa straniera. "La Cina condanna con forzala sparatoria a Boris Nemtsov - ha affermato la portavoce delMinistero cinese - Notiamo che le autorita' competentirusseranno gestendo il caso a norma di legge". Hua ha poiescluso la possibilita' di pericoli per l'instabilita' dellaRussia e si detta convinta che le relazioni tra i due Paesicontinueranno a svilupparsi "ad alti livelli" in futuro."Crediamo che il governo russo - ha concluso la portavoce - siain grado di mantenere la stabilita' nazionale".A esprimersi sull'omicidio dell'esponente dell'opposizionerussa, nella giornata di oggi, anche il tabloid Global Times,pubblicato dal Quotidiano del Popolo, organo del PartitoComunista Cinese. "L'assassinio politico e' l'atto piu'vergognoso - scrive il giornale in un editoriale - e' unastrategia superata e raramente utilizzata nel mondo moderno ecivilizzato. L'assassinio dei leader dell'opposizione e'sopratutto senza senso perche' lo sdegno scatenato da un taleatto puo' solo aumentare la coesione dell'opposizione, inveceche indebolirla". .