Cina: Rio Tinto vuole rinegoziare emissione bond convertibili con Chinalco

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 20 mag - Secondo la stampa australiana Rio Tinto avrebbe chiesto al gruppo Chinalco di rivedere la componente di obbligazioni convertibili (oltre 7,2 miliardi di dollari Usa) dell'accordo con Chinalco. Numerosi azionisti infatti avrebbero protestato in quanto considerano le condizioni come troppo favorevoli ai cinesi e con un effetto di diluizione di valore per gli azionisti esistenti. Criticata anche la vendita di asset per 12,3 miliardi di dollari che secondo gli azionisti sarebbe effettuata, anche in questo caso, a condizioni eccessivamente favorevoli. Il presidente di Rio Tinto, Jan du Plessis, sta effettuando un tour a Londra e in Australia incontrando gli azionisti, in vista dell'assemblea che dovrebbe ratificare l'accordo.