Cina: People's Bank ora punta sul controllo dei tassi

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 28 mar - "I tassi diventeranno il nostro principale strumento di controllo del mercato e il principale punto di riferimento degli operatori, a scapito del primato che finora era stato dato ai controlli quantitativi": questo in sintesi l'annuncio rilasciato da Zhang Xiaohui, che dirige il Dipartimento di politica monetaria della Banca Centrale cinese. Secondo Zhang la stretta sulle liquidita' delle banche che ormai, a seguito delle ultime direttive, devono vincolare presso People's Bank il 20% della raccolta sotto forma di riserve obbligatorie, e' uno dei presupposti per questa transizione.
Zhang si era fortemente espresso nelle scorse settimane anche a favore di una riforma dei meccanismi di cambio ("e' in linea con gli interessi a lungo termine della Cina", aveva dichiarato) per frenare inflazione importata e bolle speculative. Non si era soffermato in particolari ma in sostanza aveva detto che bisognava dare maggiore spazio al mercato nella formazione del tasso di cambio pur lasciando alla Banca Centrale il compito di controllare che il livello risultante fosse "equilibrato e ragionevole". In sostanza nella cabina di pilotaggio verso la (inevitabile) rivalutazione dello yuan il mercato acquisterebbe maggiore voce in capitolo.