Cina: manterra' quote export "terre rare" nel 2011

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 08 nov - Il ministro del Commercio cinese, Chen Deming, ha detto che il Paese manterra' nel 2011 le quote all'export di "terre rare" e non tagliera' significativamente le esportazioni. Lo riporta l'agenzia Xinhua. Il commento di Chen viene dopo che la Cina, che controlla il 97% della produzione mondiale di "Terre rare", aveva detto in precedenza di avere intenzione di ridurre le esportazioni del 2010 di questi minerali del 40% rispetto ai livelli del 2009. Chen ha detto che il governo ha chiuso o sospeso le operazioni in alcune miniere che non sottostavano alle regole di protezione ambientale. E comunque le misure atte a prevenire danni ambientati da sovra sfruttamento sono state amplificate e politicizzate dai media occidentali. Con circa un terzo delle riserve mondiali acclarate di "terre rare" la Cina copre piu' del 90% dell'export globale, ha aggiunto Chen, fornendo minerali anche a nazioni con ricche riserve di questi minerali strategici. La Cina, che utilizza in proprio circa il 50% della propria produzione di "terre rare", ha ribadito che i tagli del 2010 riflettono solo timori ambientali e non intendono rappresentare un arma politica.