Cina: deve liberalizzare tassi passivi PBOC

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 30 dic - La Cina deve liberalizzare i tassi passivi (interessi corrisposti ai depositanti): la proposta, controcorrente, che si inserisce nell'attuale dibattito in corso sulla politica monetaria del Paese, e' stata fatta oggi da una fonte autorevole: Sheng Songcheng, capo del dipartimento di statistica delle Banca Centrale. Sheng si fa portavoce del crescente malcontento dei risparmiatori cinesi che si sentono penalizzati dall'attuale limite (2,75%), imposto dalla Banca Centrale, sulla remunerazione dei depositi, che consente alle banche di portare a casa ampi margini di intermediazione mentre non protegge i depositanti contro l'inflazione che ormai naviga attorno al 5% (dato ufficiale). Sheng sottolinea come la bassa remunerazione dei depositi contribuisca ad alimentare la speculazione dirottando i risparmi verso il comparto immobiliare e altri settori.