CHINA UNICOM IN RIBASSO DOPO DICHIARAZIONI PRIVATIZZAZIONE NITEL

Pechino, 23 feb. - Martedi' China Unicom, il secondo piu'grande operatore telefonico del paese, ha chiuso a -1,38% con6,42 yuan per azione (94 centesimi di dollaro) dopo averchiarito il coinvolgimento della societa' nell'offerta aNigerian Telecommunication Ltd. Il giorno precedente,attraverso una dichiarazione allo Shanghai Stock Exchange,China Unicom aveva negato la partecipazione allaprivatizzazione di NITEL da parte della filiale europea conbase a Londra, sottolineando che Unicom Europe "non ha apertoalcuna negoziazione con le parti interessate rispetto a accordilegalmente vincolanti". Nella stessa dichiarazione pero' silegge che Unicom Europe "sarebbe interessata a esplorare lepossibilita' di investire in equity in NITEL in attesa chel'azienda soddisfi determinati requisiti". Unicom Europe e'stata in contatto con alcuni potenziali offerenti coinvoltinella privatizzazione e si e' occupata della fornitura diservizi tecnici e manageriali di supporto per laprivatizzazione stessa. La compagnia, secondo quanto contenutonel rapporto di China Unicom, seguira' gli sviluppidell'operazione e, eventualmente, annuncera' la propriapartecipazione a tempo debito. .