Censurati anche Johnny Depp e Garfield

Il popolo dei blogger si è rivoltato. I produttori americani di pc hanno protestato. E qualcuno dall'altra parte del Pacifico ha perfino lanciato un'accusa di contraffazione: la società di software californiana Solid Oak Software sostiene che l'azienda cinese che ha sviluppato l'applicazione Diga Verde per conto del governo, la Jinhui Computer System Engineering, avrebbe copiato un suo programma.
Se di questo si è trattato, mai plagio fu più maldestro. Chi in questi giorni si è preso la briga di testare il software made in China, infatti, ha scoperto che il funzionamento della Diga Verde lascia molto a desiderare. L'applicazione blocca a colpo sicuro l'accesso a qualsiasi sito pornografico. Ma nella sua caccia alle sconcezze, può capitarle di prendere qualche clamoroso abbaglio. Come, per esempio, confondere il nudo umano con la carne di maiale (sia cruda che cotta), ostacolando così l'accesso ai website che raffigurano innocui suini alla mangiatoia o serviti nel piatto. O, peggio, classificare il pelo folto di Garfield o la faccia di Johnny Depp nel suo ultimo film come materiale pornografico. Passi per i maiali, ma il popolare attore americano e il simpatico gattone dei cartoni animati potrebbero prenderla male. (l.vin.)

01/07/2009