ANTITRUST CINESE: 38MILA I CASI ILLEGALI

Pechino, 23 dic. - La Cina ha posto fine a 38mila casi dicartello e ha recuperato 310 milioni di yuan (35,7 milioni dieuro) per i clienti nei primi 11 mesi dell'anno, lo rende notoNational Development and Reform Commission (NDRC), l'organismopiu' importante in Cina per la pianificazione economica. NDRCha anche confiscato 830 milioni di yuan (95,63 milioni di euro)e ha imposto multe per un totale di 110 milioni di yuan (12,67milioni di euro). Il dipartimento del ministero responsabiledei prezzi lavorera' nel 2011 per stabilizzare i prezzi, inparticolare quelli relativi ai prodotti agricoli, alla medicinae all'istruzione. NDRC ha anche affermato che sarannointraprese misure ancora piu' severe per contrastare leattivita' di cartello illegali e mantenere ordine nel mercato.Per garantire la stabilita' dei prezzi per i prodotti agricoli,il ministero monitorera' da vicino i prezzi di grano, olio,cotone e vegetali. Gia' in precedenza, le autorita' cinesiavevano reso pubbliche quest'anno una serie di attivita'illegali e non-competitive sul mercato degli agricoli, inclusol'accaparramento di soia verde e aglio. .