ANDAMENTO POSITIVO DEL SETTORE MANIFATTURIERO

Pechino, 1 luglio - La Federazione cinese degli Acquisti edella Logistica ha annunciato che, nel mese di giugno, gliindici PMI (Purchasing Managers' Index) del settoremanifatturiero cinese sono saliti a 53.2 punti. L'aumentoregistrato e' dello 0.1% rispetto al maggio scorso, quando gliindici avevano invece evidenziato un calo dello 0.4%. Unindicatore superiore ai 50 punti segnala che l'attivita'manifatturiera e' in generale espansione, sotto tale barrierarileva invece un complessivo rallentamento. Il PMI e' un indicesintetico del Napm (Associazione Nazionale dei DirettoriAcquisto), e include cinque componenti destagionalizzati: nuoviordini, produzione, occupazione, consegne e scorte. E' unsondaggio che viene compiuto, in ogni Paese, su un campionariodi responsabili d'acquisti delle aziende. Il rilevamento,condotto dall'Ufficio Nazionale delle Statistiche, e' basatosull'attivita' dei manager di oltre 700 imprese. " Il fatto cheil PMI si sia mantenuto al di sopra dei 50 punti mostra latendenza positiva del mercato cinese," ha dichiarato ZhangLiqun, ricercatore del Centro di Ricerca e Sviluppo delConsiglio di Stato. Il tasso di crescita del Pil e' stato del9% nel terzo quadrimestre dello scorso anno, ma ha registratoun rallentamento a partire dalla fine del 2008, scendendo al6.8%, e attestandosi al 6.1% all'inizio del 2009. Il premierWen Jiabao ha dichiarato che l'economia cinese, nonostante stiaattraversando un momento critico, da' buoni segni di ripresa eper questo ci si attende una crescita dell'8% nella secondaparte dell'anno.