AMBASCIATORE DONG: "RAPPORTI COMMERCIALI PIU' FACILI CON IL PORTALE AGICHINA24"

AMBASCIATORE DONG: "RAPPORTI COMMERCIALI PIU' FACILI CON IL PORTALE AGICHINA24"

La Cina oggi e' a portata di clic: nasce AgiChina24, la nuova finestra informativa sul web che apre le vie del mercato cinese agli imprenditori italiani. Dalla collaborazione tra Agenzia Giornalistica Italia e il gruppo Sole24ore decolla il portale rivolto alle piccole e medie imprese, ma anche a istituzioni, banche, industrie, professionisti e universita', che potranno usufruire di informazioni in arrivo direttamente dalla Cina. Un interscambio continuo grazie al contributo di collaboratori in loco.
Presentata alla stampa alla presenza dell'ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese, Dong Jinyi, e del viceministro agli Affari Esteri, Ugo Intini, l'iniziativa si propone di creare una via d'accesso al piu' grande mercato emergente mondiale attraverso un'informazione mirata, completamente gratuita, garantita sette giorni su sette dai notiziari di Agi, Radiocor e Xinhua, oltre ai circuiti Afp, Reuters, Efe, Itar-Tass e Jiji, e soprattutto dall'ufficio di corrispondenza a Pechino.
Un grande augurio di successo alla nuova "piattaforma di scambi" e' arrivato dall'ambasciatore Dong. "Questo portale" ha osservato "offrira' grandi facilitazioni per la conoscenza reciproca. Mi auguro che piu' persone possibili possano  conoscerlo e utilizzarlo".
"Internet ha rivoluzionato l'informazione" ha sottolineato il direttore dell'Agi, Giuliano De Risi "e noi abbiamo colto questa sfida come gia' altre volte in passato. Il portale punta a offrire ai suoi interlocutori - le medie e piccole imprese, il  tessuto alla base del successo del made in Italy - un'informazione mirata  all'accesso al business del piu' promettente mercato odierno. Dobbiamo accrescere la cultura dei rapporti con la Cina e questa iniziativa crea un tessuto culturale di confronto".
 Un sito, quello www.agichina24.it (accessibile anche attraverso www.agi.it) dedicato non solo all'informazione ma soprattutto alle opportunita' di investimento attraverso rubriche come 'Guida alle leggi', 'Consulenza alle imprese'  e 'Cerchiamo per voi', che mettono a disposizione degli imprenditori italiani informazioni indispensabili per muoversi, orientarsi e comprendere la cultura del colosso asiatico.
    Perche' e' proprio la cultura, ha ricordato Intini, la leva che "trascina" i rapporti politici e d'affari. "Penso che l'Italia debba muoversi come sistema" ha evidenziato "e nel sistema Italia, Agi ed Eni hanno un ruolo particolare". E citando le  parole del premier Romano Prodi, ha aggiunto: "Oggi si e' riaperta la 'Via della seta', e grazie al miracolo economico della Cina il Mediterraneo puo' tornare al centro del mondo".
    L'obiettivo del portale, ha osservato l'amministratore delegato dell'Agi, Daniela Viglione, e' quello di "facilitare i rapporti tra il nostro paese e la Cina, insieme ai partner gia' esistenti (il gruppo Sole24ore, lo Studio legale Birindelli, l'Asia Business Group, Palazzari & Co e la Facolta' di Studi Orientali dell'Universita' di Roma La Sapienza)", e di guardare agli interlocutori potenziali: il sistema di imprese italiane e la comunita' cinese in Italia.
    Ma anche ai giovani, in particolare a quegli studenti che contribuiscono fattivamente alla realizzazione del sito. La sfida, ha sottolineato il preside della Facolta' di Studi Orientali de La Sapienza, Federico Masini, "e' di permettere ai nostri  giovani di andare a caccia di notizie diverse e piu' originali sulla Cina per fare in modo che di Cina si parli in maniera piu' dettagliata, precisa e approfondita".