A PECHINO CENTRO ITALO-CINESE PER PMI

A PECHINO CENTRO  ITALO-CINESE PER PMI

Pechino, 27 apr. - E' stato inaugurato lunedì 25 a Pechino alla presenza del ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e del ministro cinese della Scienza e della Tecnologia Wan Gang il Centro italo-cinese sul trasferimento tecnologico. Il Centro, ha spiegato Brunetta, si occupera' di "Relazioni tra le medie, piccole e piccolissime imprese italiane e quelle cinesi, sotto la specie della tecnologia e della protezione e della valorizzazione della proprieta' intellettuale". Secondo il ministro, l'inaugurazione del centro segnala un mutato atteggiamento della Cina sul fronte della protezione della proprieta' intellettuale: "Il punto centrale sta nella tutela: le imprese italiane che si rivolgeranno al centro sapranno di avere a disposizione un percorso giuridico, tecnico e amministrativo con delle regole di reciprocita' ben chiare. Chi si rivolge al centro, diretto dall'Agenzia per l'Innovazione, non correra' i rischi relativi alla proprieta' intellettuale che corre chi si muove da solo in Cina. Su questo abbiamo riscontrato una precisa volonta' cinese, sembrano ormai passati 2mila anni da quando si doveva temere un comportamento 'unfair'. Il centro sara' anche un canale di promozione e un canale di tutela e valorizzazione".

   La missione di Renato Brunetta in Cina si e' conclusa con l'inaugurazione di un altro centro - quello per il design e l'innovazione di Shanghai, all'Universita' Tongji - e con le discussioni tra amministrazione italiana e cinese per l'apertura di un terzo polo, quello dell'e-government e cloud computing. Secondo quanto ha riferito il ministro, le sezioni italiane dei tre centri (design e innovazione, trasferimento tecnologico ed e-government e cloud computing) saranno aperte rispettivamente nelle citta' di Roma, Milano e Torino.


© Riproduzione riservata