4 REGIONI ITALIANE PER IL TURISTA CINESE

Pechino, 20 giu.- Quattro diverse regioni italiane costruiscono insieme un percorso comune per attirare i turisti cinesi: è il progetto TRAVEL (TouRistic Institutional Actions for the DeVelopment of CoopEration between ItaLian Regions and Chinese Provinces), presentato lunedì all'Istituto Italiano di Cultura di Pechino. Sotto il coordinamento della Regione Marche, Puglia, Toscana e Veneto hanno deciso di unire le forze per individuare i trend turistici cinesi, rafforzare i rapporti con le province cinesi, e realizzare successivamente una strategia di promozione e marketing comune. TRAVEL si avvale anche del sostegno del ministero dello Sviluppo Economico e del ministero degli Esteri.

 

"Stiamo assistendo a un rafforzamento netto dei flussi turistici cinesi verso l'Europa, e soprattutto verso il nostro paese- ha detto l'Ambasciatore d'Italia Attilio Massimo Iannucci, intervenuto all'incontro-, ma la storia del turismo degli ultimi trent'anni ci insegna che non esistono rendite acquisite, e quindi non possiamo lasciarci andare all'inerzia.  Se non si investe e non si innova, si perdono posizioni.  Questo sforzo congiunto delle Regioni rappresenta un progetto innovativo".  I dati forniti dall'Ambasciata mostrano che nel 2010 sono stati concessi a cittadini cinesi 120 mila visti per l'Italia, quest'anno l'obiettivo consiste nel toccare o superare quota 200mila.

 

Contemporaneamente, però, molto spesso il turista cinese che arriva in Italia rischia di trovarsi spaesato: il progetto TRAVEL, che si snoderà nell'arco dei prossimi 18 mesi, è volto alla creazione di proposte turistiche comune, grazie ad accordi tra tour operator cinesi e italiani che puntano a fornire a una fascia medio-alta di visitatori attratti dall'Italia un pacchetto completo.

 

Nel corso dell'evento, al quale hanno partecipato anche i vertici dell'amministrazione turistica della municipalità di Pechino, i delegati delle quattro regioni hanno presentato i propri territori, e successivamente hanno incontrato i più importanti tour operator della capitale cinese per l'avvio di collaborazioni business to business. La missione proseguirà nei prossimi giorni anche nella provincia del Jiangsu, a Nanchino.

 

"Stiamo avviando collaborazioni con le province del Jiangsu, dello Hunan e del Guangdong-ha spiegato Ivan Antognozzi di Svim, Sviluppo Marche- e va sottolineato come mentre nel 2010 il resto d'Europa registrava una lieve flessione del turismo cinese l'Italia, in controtendenza, ha invece ottenuto un aumento". Con la rotta Roma-Pechino ripristinata recentemente da Alitalia, i collegamenti con il nostro paese diventano ancora più semplici: il progetto TRAVEL, nel prossimo anno e mezzo, potrebbe fornire al turista tutto il resto di cui ha bisogno.

 

di Antonio Talia

 

©Riproduzione riservata