Stabilita': fonti governo, manovra tra 27 e 30 miliardi

(AGI) - Roma, 14 ott. - Ultimi ritocchi a Palazzo Chigi sullalegge di stabilita' che verra' approvata domani in Consigliodei Ministri. Da fonti del governo emergono le prime cifre e lafilosofia di fondo del provvedimento che vale tra i 27 e i 30miliardi. Una forchetta che dipende dall'accoglimento o menodella richiesta, avanzata a Bruxelles, di utilizzare uno 0,2%di spazio di patto in piu' per la clausola migranti. LaStabilita' sta dentro, dunque, il vincolo del 2,2 (chearriverebbe al 2,4 in caso di accoglimento della clausolamigranti). Se queste cifre fossero confermate, l'Italia e'

(AGI) - Roma, 14 ott. - Ultimi ritocchi a Palazzo Chigi sullalegge di stabilita' che verra' approvata domani in Consigliodei Ministri. Da fonti del governo emergono le prime cifre e lafilosofia di fondo del provvedimento che vale tra i 27 e i 30miliardi. Una forchetta che dipende dall'accoglimento o menodella richiesta, avanzata a Bruxelles, di utilizzare uno 0,2%di spazio di patto in piu' per la clausola migranti. LaStabilita' sta dentro, dunque, il vincolo del 2,2 (chearriverebbe al 2,4 in caso di accoglimento della clausolamigranti). Se queste cifre fossero confermate, l'Italia e' trai paesi europei che rispettano in pieno le regole. La legge di stabilita' prevede la cancellazione totaledelle clausole di salvaguardia per il 2016 per 16,8 miliardi dieuro. Tradotto: zero aumenti di Iva e accise nel 2016 pereffetto delle clausole. Tra le voci di spending, oltre al previsto taglio allepartecipate alla legge sulla P.A. (da 8mila a mille), e'prevista una 'sforbiciata' al numero dei super-dirigenti. Lo siapprende da foto di governo. Oltre a questo, e' previsto untaglio del 10% ulteriore agli uffici di diretta collaborazionedei ministeri e l'applicazione dei costi standard come regolagenerale della pubblica amministrazione. Le diverse misure che compongono la Legge di Stabilita'possono essere, dunque, raccolte in 4 diverse aree: la prima,riferiscono fonti di governo, tendono ad una "Italia forte".Tra le misure che vanno in questa direzione vengono citatil'eliminazione della tassa sulla prima casa, l'Imu agricola ela tassa sugli imbullonati; i super-ammortamenti per gliinvestimenti delle imprese al 140%; la riduzione delle tasseper le imprese; la liberta' per i comuni di spendere l'avanzodi amministrazione e soldi in cassa per lavori conclusi. La seconda area di provvedimenti mira a una "Italiasemplice": tra le misure vengono citate l'innalzamento a 3000euro della soglia del contante; contrasto all'evasione sulcanone Rai, secondo il principio pagare meno pagare tutti; lalotta all'evasione con la fatturazione elettronica e glistrumenti telematici; le Partite Iva; le facilitazioni e legaranzie per il lavoro autonomo. La terza area riguardal'Italia "giusta", con misure di contrasto alla poverta'infantile, per favorire il servizio civile, provvedimenti sulcosiddetto Dopo di noi - ossia tutele e garanzie per ladisabilita' - innalzamento della no tax area per i pensionati.Infine l'area della "Italia orgogliosa, con le misure per ilreclutamento di 500 docenti universitari in tutta Italiatramite criteri di merito; leva di archeologi e giovanidiplomatici; Piano straordinario per la ricerca, con 1000 nuoviricercatori. (AGI).