Stabilita': Camusso attacca "Solo 5 euro al mese per il lavoro"

(AGI) - Roma - Il segretario generale della Cgil,Susanna Camusso, torna a criticare la legge di stabilita'varata ieri dal Cdm. Si  

(AGI) - Roma, 16 ott. - Il segretario generale della Cgil,Susanna Camusso, torna a criticare la legge di stabilita'varata ieri dal Cdm. Si tratta, afferma a Radio Anch'io, di"una manovra espansiva solo per alcuni, e mediamente non contutta quella parte fondamentale per la crescita del Paese chesi chiama mondo del lavoro". "E' chiaro - aggiunge - che ci siauna scelta che affida nuovamente al sistema delle impresel'idea dello sviluppo e della crescita". In particolare la critica e' andata alle risorse per icontratti pubblici "sono 200 milioni, neanche 300: il valoredel lavoro pubblico per questo Governo equivale a 5 euro almese". "Piu' che delusi siamo molto molto arrabbiati e nonrinunciamo a quell'obiettivo" ha aggiunto il segretariogenerale della Cgil, Susanna Camusso in merito allaflessibilita' delle pensioni. "La discussione - aggiunge - e'appena cominciata - e non la consideriamo la soluzione finale.Non si puo' pensare che questo tema venga rinviato, vengarinviato fuori manovra". (AGI).