La fusione con Fca resta nella mia testa, ha detto il presidente della Renault

Sénard si è anche detto dispiaciuto per il "no" alla fusione con il gruppo italo-americano, venuto dal governo di Parigi, che detiene una partecipazione nella casa automobilistica transalpina

renault fca senard
ERIC PIERMONT / AFP
Jean-Dominique Sénard

Il presidente del gruppo Renault, Jean-Dominique Sénard, ha definito il progetto di fusione con Fca come "un tema notevole ed eccezionale". Affermazioni contenute nel discorso tenuto davanti all'assemblea generale del gruppo automobilistico, in corso a Parigi. Il numero uno di Renault ha anche detto di non sapere "cosa ci riserverà l'avvenire" ma di avere bene in mente questo progetto. Sénard si è anche detto "dispiaciuto" per il "no" alla fusione con il gruppo italo-americano, venuto dal governo di Parigi, che detiene una partecipazione nella casa automobilistica transalpina. Sénard, ha anche messo in guardia rispetto ai rischi di "tsunami" per i costruttori automobilistici "delle nostre regioni" legato allo sviluppo impetuoso dell'industria delle quattro ruote cinese.

Leggi anche: L'ipotesi di una fusione Fca-Renault è tutt'altro che archiviata



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.