Nel nuovo piano di Poste l'utile a 1,6 miliardi nel 2024 e più dividendi

Nel nuovo piano di Poste l'utile a 1,6 miliardi nel 2024 e più dividendi

L'azienda prosegue nel percorso di crescita sostenibile e profittevole: punta a zero emissioni nette entro il 2030 e a una crescita del 35% della cedola per azione

 poste del fante nuovo piano utile dividendi

 Poste italiane (Agf)

AGI - Poste Italiane, nel nuovo piano strategico “2024 Sustain & Innovate”, che prosegue nel percorso di crescita sostenibile e profittevole, prevede di raggiungere un utile netto pari a 1,6 miliardi nel 2024 (+33% rispetto al 2020). Il gruppo, spiega una nota, intende anche adottare una "politica dei dividendi chiara e competitiva" con una cedola per azione in crescita del +35% nell’arco di piano.

Sul fronte dei ricavi il tasso composto di crescita annuale su cui si basano le nuove linee strategiche è del 3% fra il 2019 e il 2024 mentre la politica dei dividendi, basata su una consistente generazione di cassa, prevede un aumento del 14% nel 2021 e una successiva crescita del 6% ogni anno nell’arco di piano. 

Poste Italiane, con il nuovo piano '"2024 Sustain & Innovate" si confermerà "il più prezioso motore di innovazione e digitalizzazione del Paese" e anche un attore attento ai temi ambientali, con l'obiettivo di diventare "un'azienda a zero emissioni nette entro il 2030", ha detto l'ad del gruppo, Matteo Del Fante.

"Siamo in grado di costruire e crescere sulle solide basi gettate dal Piano Deliver22, con obiettivi raggiungibili in tutte e quattro le nostre divisioni di business", ha sottolineato, evidenziando come la trasformazione del segmento Corrispondenza e Pacchi sia "in piena implementazione". "Sarà la prima volta che i pacchi avranno una incidenza sui ricavi più elevata rispetto alla corrispondenza, mentre diverremo un player logistico a 360 gradi con un business sostenibile", ha detto. Del Fante ha anche ricordato come "la nostra strategia di creare un'architettura basata su cloud" abbia portato Poste "ad essere il più grande utilizzatore di servizi cloud in Italia". "Siamo orgogliosi del nostro ruolo chiave nel piano di vaccinazione nazionale, con circa 2 milioni di dosi di vaccino già consegnate, a sostegno dell'Esercito Italiano, grazie alla nostra piattaforma tecnologica nativa su cloud", ha concluso.