'Non ci sarà una GameStop italiana, da noi non funzionerebbe'

'Non ci sarà una GameStop italiana, da noi non funzionerebbe'

Il fondatore del gruppo WallStreetBets Italia parla dell'attacco portato agli hedge funds americani: 'È stato un precedente, ma qui ci sono regole diverse e il modello non è replicabile'

GameStop Italia non funziona

AGI - “E’ stato il modo più rapido per mandare un segnale e mostrare che l'alta finanza non è invulnerabile ma in Italia non potrebbe mai funzionare”. 

I “degenerates”, i giovani e giovanissimi che hanno pianificato sul social network Reddit manovre che hanno fatto schizzare il titolo GameStop (uno tra i tanti) del 600% in pochi giorni altalenando giornate di volatilità impressionante a colpi di piu’ o meno 50%, sono ben consci delle differenze tra la finanza italiana e quella americana.

A dirlo e’ il fondatore del gruppo Telegram WallStreetBets Italia, gruppo che al momento in cui cui scriviamo conta 2.516 membri e che in una settimana è cresciuto a ritmi di 350 iscrizioni al giorno (ora stabilizzato a 50 nuovi utenti ogni 24 ore). Rintracciato dall’AGI il fondatore ha chiesto il più rigoroso anonimato limitandosi a dire di avere 30 anni e di essere residente nel Lazio. Ha chiesto di essere chiamato Guido, ma si tratta ovviamente di un nome di fantasia. 

I messaggi dei 'degenerates' italiani

Ma chi sono i “degenerates” italiani? “Hanno un età media tra i 16 e i 31 anni - ha spiegato - nessuno specifica l’area geografica di residenza. Il 91% di loro è italiano anche se nel nostro gruppo c'è qualche spagnolo, portoghese e russo”. Di sicuro a scorrere le migliaia di messaggi che ogni giorno vengono scambiati all’interno della chat il quadro che emerge e’ decisamente differente da quei soldi facili e dei guadagni immediati che in molti si potrebbero immaginare.

Tra questi messaggi Mirko il 2 febbraio scrive: “ci ho messo altri 5mila, in totale sono 25, ci sto lasciando la liquidazione di papà”; Flo lo stesso giorno scrive “ho gia’ perso 800 euro” e Giorgio un paio di giorni prima “oggi ho perso un macello con quella m... di Xrp”. Ma la posta in gioco per molti sembra essere diversa dal mero guadagno economico come scrive Capt Jack: “ Non c..... addosso e comprate GameStop indipendentemente dal prezzo. È qualcosa di più grande che fare quattro spicci. 10mila euro di gain non cambiano la vita a nessuno. Mandare all'aria gli hedge fund e scatenare una rivoluzione a Wall Street sì che vale quei soldi”.

Più un simbolo che una reale occasione per arricchirsi quindi, come conferma Guido. “La storia di Reddit è nata per GameStop, il simbolo è quello, il resto (ovvero tutti gli "attacchi" che sono seguiti a titoli e commodity come argento, Amc, Nokia, Nakd e simili, ndr) è solo speculazione di gruppi paralleli - spiega -  è distrazione creata a tavolino. La retorica del "Davide contro Golia" esiste ma si ferma a GameStop che era il titolo con la più alta percentuale di short aperti”. 

E quindi? Cosa ne resterà di tutto questo quando i grandi hedge funds, leccate le ferite, ricominceranno ad operare come sempre fatto? “E' un precedente - prosegue - la manifestazione della potenza della comunità, che non è più indifesa, e che segna così un cambiamento epocale. Applicare ora questo modello ad altri titoli, diversi da GameStop, servirebbe solo a disperdere le energie e a creare confusione, cosa che favorirebbe i grandi fondi”.

Di sicuro c’è la consapevolezza che in Italia questo modello non sarebbe mai applicabile, sia per le norme che regolano i mercati decisamente differenti da quelle vigenti in America, sia perché non ci sono società altamente “shortate” da attaccare. Ma allora perché non unire le forze e operare assieme ai piccoli trader americani? “Non credo succederà, il nostro contributo è marginale - conclude infine - e bisogna ricordare una cosa importante: coordinare questo tipo di azioni è illegale e posso garantire che al prossimo sbaglio od operazione poco etica i nostri 'colleghi' americani avranno non poche noie”.