La strada per la ripresa sarà lunga e molto incerta, dice Powell

La strada per la ripresa sarà lunga e molto incerta, dice Powell

Ma il numero uno della Fed ha assicurato che la banca centrale Usa farà di tutto per limitare i danni, ma molto dipende dalla capacità di tenere il virus sotto controllo. Probabile che ora siano necessari altri aiuti di bilancio.

fed powell strada ripresa lunga e incerta

© MANDEL NGAN / AFP
 
- Jerome Powell, Fed

AGI -  Il cammino che ha di fronte l'economia americana "rimane molto incerto" e "una piena ripresa probabilmente sarà possibile solo quando le persone saranno fiduciose che è possibile riprendere un'ampia serie di attività". Ad affermarlo è il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell,  intervenendo in audizione presso la commissione Affari finanziari della Camera dei rappresentanti. "L'andamento futuro", ha sottolineato il numero uno dell'istituto centrale statunitense, "dipenderà dalla capacità di tenere il virus sotto controllo e dalle azioni politiche messe in campo a tutti i livelli di governo". La Fed, ha aggiunto Powell, "rimane impegnata a utilizzare tutti i propri strumenti per fare ciò che può, per tutto il tempo che occorrerà, per assicurare che la ripresa sia la più forte possibile e limitare danni durevoli all'economia".

Occupazione ed economia al di sotto dei livelli pre Covid

L'attività economica, ha osservato Powell, "si è ripresa dopo il depresso secondo trimestre, quando la maggior parte dell'economia è stata chiusa per contrastare la diffusione del virus. Molti indicatori economici mostrano marcati miglioramenti. Le spese dei residenti sembrano aver recuperato circa tre quarti del loro precedente declino, grazie probabilmente in parte agli stimoli federali e all'espansione dei benefici per la disoccupazione. Il settore immobiliare è rimbalzato e gli investimenti fissi mostrano segni di miglioramento. Nel mercato del lavoro, circa metà dei 22 milioni di posti persi tra marzo e aprile sono stati riguadagnati, man mano che la gente sta tornando al lavoro". Tuttavia, ha proseguito il presidente della Fed, "sia l'occupazione che l'attività economica generale rimangono ben al di sotto i loro livelli pre-pandemia e il cammino continua a essere altamente incerto".

I lavoratori a basso reddito i più colpiti

Inoltre, il crollo dell'economia "non si è ripartito in maniera eguale su tutti gli americani; i meno in grado di sopportarne il peso sono stati i più colpiti. La crescita della disoccupazione", ha rilevato ancora Powell, "è stata particolarmente severa per i lavoratori a basso reddito, per le donne e per gli afroamericani e gli ispanici. Questo rovesciamento della fortuna economica ha sconvolto molte vite e creato una grande incertezza sul futuro". Di una cosa però Powell si èdetto sicuro: "La nostra economia", ha concluso, "recupererà pienamente da questo difficile periodo" e la Fed "rimane impegnata a usare tutti gli strumenti disponibili per sostenerla per tutto il tempo che sarà necessario".

Senza nuovi aiuti effetti negativi sull'economia

"Gran parte delle buone notizie economiche che abbiamo avuto sono dovute agli aiuti economici forniti dal precedente piano di aiuti", ha aggiunto il numero uno della Federal Reserve sottolineando che "è probabile che ora siano necessari altri aiuti di bilancio". "Il mercato - ha detto ancora Powell - si aspetta un altro pacchetto fiscale nei prossimi mesi" e senza nuovi aiuti "averemo effetti negativi sull'economia".