"Perché da questo crollo ci riprenderemo più in fretta"

"Perché da questo crollo ci riprenderemo più in fretta"

"Questa crisi è innescata da un fattore totalmente estraneo all'economia mondiale", spiega il presidente di Bancs Mediolanum, Ennio Doris

ennio doris mediolanum

© Armando Dadi/AGF -

Il coronavirus ha causato "la crisi economica più profonda dal dopoguerra", sottolinea il presidente di Banca Mediolanum, Ennio Doris, in una pagina a pagamento sul 'Corriere della sera', e tuttavia si dice "più fiducioso rispetto ad altri crolli economici del passato". In primo luogo, spiega il banchiere, "perché questa crisi è innescata da un fattore totalmente estraneo all'economia mondiale, che non si è cioè formata da sola, per cause a sè intrinseche, come solitamente avviene".

Per questo, secondo Doris, "appena vi saranno le condizioni opportune le stesse economie si sbloccheranno e ci sarà una forte e veloce ricrescita". I tempi sono legati alla cura del covid-19: "Assisteremo a una ripresa economica più decisa quando ci sarà un farmaco antivirale". Un altro motivo di fiducia, scrive Doris, è che "proprio nei momenti di maggiore difficolta' l'umanità trova le risorse, raccoglie tutte le energie e produce i maggiori sforzi per andare avanti".