Per i mercati globali è la peggiore settimana dal 2008

Per i mercati globali è la peggiore settimana dal 2008

Il Financial Times evidenzia come sia peggiorato l'indice delle borse di tutto il mondo, mai così giù dal novembre 2008 quando eravamo in piena recessione globale. Occhi ora puntati sulla Fed e su un possibile taglio dei tassi. 

Coronavirus mercati crisi

 Wall Street, mercati, borse, NY, economia (Afp)

Per i mercati globali questa che volge al termine è la settimana peggiore dalla crisi finanziaria del 2008. Secondo quanto evidenzia il Financial Times, l'indice MSCI World è sceso del 9,4% dalla scorsa settimana, la peggiore performance dal novembre 2008. ​A trascinare giù i mercati globali sono i timori di un recessione, alimentati dal flusso costante di notizie sulle epidemie di coronavirus in tutto il mondo. I trader si trovano costretti ad affrontare la prospettiva di un'imminente pandemia, facendo scendere ancora di più le azioni in Asia.

"Il mercato sta valutando rapidamente i prezzi in uno scenario molto terribile, paragonabile a quello che abbiamo visto in Cina", ha dichiarato Tai Hui, responsabile del mercato asiatico per JPMorgan Asset Management. 

Gli operatori sono preoccupati per il fatto che il coronavirus, che si è diffuso dalla Cina in paesi come gli Stati Uniti e in Europa, Medio Oriente e altrove in Asia, quest'anno potrebbe colpire l'economia globale. Per questo motivo, sottolinea il Ft, sono ormai quasi certi che la Federal Reserve sarà costretta a tagliare i tassi di interesse a marzo per evitare un eventuale rallentamento economico dovuto alla diffusione del virus.