La Grecia rischia l'anarchia, file davanti banche e supermercati

(AGI) - Atene, 27 giu. -La situazione in Grecia appare semprepiu' tesa dopo la decisione del governo di Atene di abbandonareil tavolo del negoziato, con lunghe file ai bancomat e aisupermercati e un intensificarsi dei presidi delle forzedell'ordine. A quanto riferiscono gli inviati dell'agenziaReuters, alcuni sportelli della Bank of Piraeus solitamenteaperti il sabato sono rimasti chiusi, con file di circa centopersone davanti. Un funzionario di una filiale della banca haspiegato che la sede di sua competenza e' rimasta chiusa per"preoccupazioni relative alla sicurezza". Sono state registrateinoltre lunghe code ai supermercati,

(AGI) - Atene, 27 giu. -La situazione in Grecia appare semprepiu' tesa dopo la decisione del governo di Atene di abbandonareil tavolo del negoziato, con lunghe file ai bancomat e aisupermercati e un intensificarsi dei presidi delle forzedell'ordine. A quanto riferiscono gli inviati dell'agenziaReuters, alcuni sportelli della Bank of Piraeus solitamenteaperti il sabato sono rimasti chiusi, con file di circa centopersone davanti. Un funzionario di una filiale della banca haspiegato che la sede di sua competenza e' rimasta chiusa per"preoccupazioni relative alla sicurezza". Sono state registrateinoltre lunghe code ai supermercati, con i cittadini impegnatia fare scorte di beni di prima necessita', preparandosi alpeggio. La polizia intanto ha aumentato i cordoni di sicurezzaintorno ai bancomat, davanti ai quali hanno iniziato a formarsicapannelli subito dopo l'annuncio notturno di Tsipras. Ad ognimodo, non si sarebbe finora registrato alcun disordine. Il governo ellenico ha cercato di rassicurare lapopolazione, assicurando che non verranno imposti controlli suicapitali e che le banche non chiuderanno ma la banca centralegreca ha sottolineato che sta facendo "sforzi enormi" perche' ibancomat rimangano riforniti di contante. Il cerino e' ora inmano alla Bce, che finora ha continuato a garantire liquidita'di emergenza agli istituti di credito continuando ad alzare iltetto del meccanismo di emergenza 'Ela'. Non e' pero' facilevalutare se sussistano ancora le condizioni per continuarequesta forma di sostegno, l'unico canale attraverso il qualeAtene ha potuto approvvigionarsi di liquidi le scorsesettimane. E' invece facile prevedere che l'assalto dei greciai bancomat per ritirare i propri risparmi dai conti siadestinato a intensificarsi ulteriormente. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it