Il prossimo iPhone potrebbe essere curvo e non sarà necessario toccarlo

L'indiscrezione, non la prima sul prossimo smartphone di Apple, arriva da Bloomberg: dovrebbe avere la capacità di leggere i gesti degli utenti

Il prossimo iPhone potrebbe essere curvo e non sarà necessario toccarlo

Il prossimo iPhone potrebbe avere uno schermo curvo e la capacità di leggere i gesti degli utenti. L'indiscrezione, non la prima sul prossimo smartphone di Apple, questa volta arriva da Bloomberg. A differenza del più diretto concorrente (i Samsung Galaxy S), la curvatura non sarebbe lungo i lati lunghi ma sulla parte inferiore del dispositivo.

Già oggi, in realtà, questa curvatura è presente sull'iPhone X, ma è quasi impercettibile. Nella prossima versione dovrebbe essere molto più accentuata. Esteticamente, quindi, dovrebbe essere questa la novità più significativa rispetto allo smartphone del decennale, priva di bordi e con il "notch" (l'elemento che ingloba fotocamera e sensori interrompendo il display nella parte superiore).

Secondo Bloomberg ci sarebbe anche un'altra novità: i prossimi smartphone della Mela potrebbero essere gestiti senza toccare il display (che sarà sempre Oled). Sarebbero in grado, infatti, di leggere i gesti degli utenti a pochi centimetri dallo schermo.

Queste ultime indiscrezioni non contraddicono ma si aggiungono a quelle già pubblicate nelle scorse settimane. KGI ha previsto la produzione di tre smartphone in stile "X": uno da 5,8 pollici (le stesse dimensioni di quello attuale), uno "Plus" da 6,5 pollici e uno da 6,1 pollici. Secondo gli analisti coreani quest'ultimo avrebbe un display Lcd e sarebbe "low-cost". Anche Digitimes ha ipotizzato una gamma fatta di tre dispositivi. Ma non ci sarebbe alcun Lcd: l'iPhone 2018 con il prezzo più basso sarebbe quello da 5,8 pollici, grazie a un costo di produzione inferiore del 10% rispetto al quello battezzato nel 2017. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it