Imprese: cresce settore terziario nel 2014, ma cala il commercio

(AGI) - Roma, 14 mar. - Cresce lo stock di imprese delterziario di mercato nel 2014 con un incremento pari a 11.470unita', riflesso di andamenti positivi in tutte leripartizioni, ma in modo particolare nel Centro (+5.879 unita')e nel Sud (+4.659 unita') dove il settore sembra rappresentarela modalita' prevalente per avviare un'attivita'imprenditoriale. Questi, in sintesi, i principali risultati cheemergono dal quarto numero dell'Osservatorio sulla demografiadelle imprese realizzato dall'Ufficio Studi Confcommerci,seconco cui, tuttavia, fa eccezione a questo trend positivo ilcommercio che registra invece un ridimensionamento di 3.471unita', decisamente piu' spiccato nell'ingrosso

(AGI) - Roma, 14 mar. - Cresce lo stock di imprese delterziario di mercato nel 2014 con un incremento pari a 11.470unita', riflesso di andamenti positivi in tutte leripartizioni, ma in modo particolare nel Centro (+5.879 unita')e nel Sud (+4.659 unita') dove il settore sembra rappresentarela modalita' prevalente per avviare un'attivita'imprenditoriale. Questi, in sintesi, i principali risultati cheemergono dal quarto numero dell'Osservatorio sulla demografiadelle imprese realizzato dall'Ufficio Studi Confcommerci,seconco cui, tuttavia, fa eccezione a questo trend positivo ilcommercio che registra invece un ridimensionamento di 3.471unita', decisamente piu' spiccato nell'ingrosso (-3.265)rispetto al dettaglio (-843). In particolare, nel commercio in sede fissa, dove glieffetti della crisi di questi anni hanno frenato la capacita'espansiva del tessuto imprenditoriale, lo stock di imprese nel2014 si riduce di oltre 7mila unita', con un calo concentratoquasi esclusivamente nel non alimentare (-7.435), mentrenell'alimentare si registra un modesto incremento (+37). InItalia le imprese del terziario di mercato sono il 54,5% deltotale delle imprese, con punte di circa il 60% in Liguria,Lazio e Lombardia. (AGI).