Il rarissimo e leggendario Apple I venduto a soli 110.000 euro

Asta a Colonia, nel 2013 un altro 'pezzo' toccò i 560.000 euro. Si affievolisce il 'mito'

Il rarissimo e leggendario Apple I venduto a soli 110.000 euro

Un esemplare del leggendario Apple I, il primo pc creato nell'aprile del 1976 da Steve Jobs e Steve Wozniak, che solo dieci giorni prima avevano fondato in un garage Apple Computer, e' stato venduto all'asta in Germania per soli 110.000 euro, un prezzo molto inferiore alle attese.

A cinque anni dalla morte di Steve Jobs, "l'+hype+, l'eccesso di aspettativa, si è normalizzata" ha commentato Uwe Breker, il proprietario della casa d'aste che ha organizzato a Colonia la vendita del vecchio pc, un vero e proprio oggetto di culto, diventato ormai praticamente introvabile.

Nel 2013 l'asta toccò 560.000 euro

L'ultima vendita di un Apple I risale al 2013, quando venne ceduto per 560mila euro dalla stessa casa Breker, che stavolta, pur presentando un pc perfettamente funzionante, accompagnato da regolare fattura, libretto di istruzioni e attestati di proprietà, ha molto ammorbidito le sue richieste, prevedendo una forchetta iniziale tra i 180.000 e i 300.000 euro.

La storia dell'Apple I è ormai diventata leggenda, poiché dalla progettazione di quel pc è nata un'azienda che ha rivoluzionato il mondo. L'idea non fu di Jobs, ma del suo compagno di studi e futuro socio Wozniak il quale, fin dal 1975, si era messo in testa di costruire un computer economico, assemblandolo con pezzi di varia provenienza. Un anno dopo finalmente ci riuscì avendo comprato, a un prezzo più basso di quello di mercato, un processore e avendo incontrato Jobs, tecnicamente meno bravo di lui ma dotato di gusto, tenacia e senso degli affari.

La prima commissione, 50 pezzi

E' proprio il giovane Steve, appena 21enne, a procurarsi una commissione di 50 pezzi del preistorico pc da parte un piccolo negozio di informatica. Nasce cos^ Apple I che all'epoca costava 666,66 dollari, era collegabile a una tv e aveva già il logo della mela morsicata. Poi i due giovani nel '77 lanciano l'Apple II, più completo, dotato di testiera e grafica a colori e cambiano la storia dell'informatica. L'Apple I nel frattempo diventa un pezzo di antiquariato, nel mondo ce ne sono solo 8 ancora funzionanti e uno di questi rari esemplari viene comprato da John Dryder, un ingegnere californiano. "All'epoca - racconta Dryden - quell'acquisto rappresentava una delle prime occasioni di possedere un vero pc. Io avevo lavorato con dei computer ma erano enormi, con gigantesche unità centrali. E' stata dura decidere di metterlo all'asta - aggiunge - ma il momento è venuto... Sì, funziona ancora". Nel 1976 furono 200 gli Apple I messi in vendita da Steve Jobs e Steve Wozniak. L'acquirente dell'esemplare messo all'asta a Colonia è un ingegnere renano, che già possiede diversi pc d'antiquariato.

 

Leggi anche

 

Steve Jobs, il figlio del migrante siriano