Governo: Landini (Fiom), uno da solo non decide

(AGI) - Napoli, 21 nov. - "Non si decide dalla sera al mattino.Uno da solo non decide. Lo fa solo per i poteri forti" . Cosi'Maurizio Landini, leader della Fiom Cgil, durante il corteo incorso a Napoli ai giornalisti. "La Fiom non ha mai avutopregiudiziali - ribadisce - quando Renzi si e' presentato e hadetto 'cambiamo il paese', noi abbiamo detto 'siamo pronti,cambiamolo assieme'. Per gli ottanta euro abbiamo detto'spendili, dalli a tutti'. Quando ha tassato le renditefinanziarie, abbiamo detto 'bene, vai avanti, fai lapatrimoniale'. Poi non so cosa sia successo

(AGI) - Napoli, 21 nov. - "Non si decide dalla sera al mattino.Uno da solo non decide. Lo fa solo per i poteri forti" . Cosi'Maurizio Landini, leader della Fiom Cgil, durante il corteo incorso a Napoli ai giornalisti. "La Fiom non ha mai avutopregiudiziali - ribadisce - quando Renzi si e' presentato e hadetto 'cambiamo il paese', noi abbiamo detto 'siamo pronti,cambiamolo assieme'. Per gli ottanta euro abbiamo detto'spendili, dalli a tutti'. Quando ha tassato le renditefinanziarie, abbiamo detto 'bene, vai avanti, fai lapatrimoniale'. Poi non so cosa sia successo tra luglio eagosto, ma lui ha fatto altre scelte: non stare con quelli chelavorano ma stare con Confindustria. Noi diciamo che su quelterreno non siamo d'accordo". A suo avviso il giudizio su ungoverno e' "per quello che fanno, non per dicono", e "oggi"quello che fa l'Esecutivo "non e' utile ne' giusto". E ilpremier Matteo Renzi "dovrebbe avere umilta', riconoscere cheoggi il consenso tra i giovani e quelli che cercano lavoro nonc'e'". Se vuole cambiare paese, conclude Landini, "lo deve farecon noi e non contro di noi. Quello che mi interessa e' checambino le cose". (AGI).