Gli 'algo trader' pionieri della finanza quantistica

Gli 'algo trader' pionieri della finanza quantistica
 Borse mercati (Afp)

Roma - Li chiamano 'algo trader': sono i pionieri della finanza quantistica. Rappresentano una nuova figura di investitori che collaborano online per sviluppare collettivamente algoritmi da utilizzare per ottimizzare gli investimenti finanziari. Si tratta di trader, fisici, matematici, informatici che lavorano alla costituzione di piattaforme di trading online per fare concorrenza ai tradizionali hedge fund professionali, applicando alla finanza i metodi della fisica quantistica. Il Financial Times fa l'esempio di Dan Houghton, matematico inglese, che di giorno gestisce un ristorante messicano a Londra e di notte collabora, insieme ad altri esperti, alla piattaforma Quantopian, da lui fondata nel 2013, con l'obiettivo di sfidare i mercati e inventare algoritmi in grado di favorire investimenti di finanza quantistica. La societa' lavora sulla base del crowdsourcing, una parola di nuovo conio che indica una sorta di outsourcing collettivo, una collaborazione volontaria tra piu' persone esterne per la realizzazione di un progetto comune. In questo caso il progetto e' un hedge fund crowdsourcing, ma in altri casi l'obiettivo puo' essere diverso, pur restando collettivo. Per esempio Wikipedia e' considerata un tipico esempio di crowdsourcing applicato alla creazione di un sito enciclopedico online creato a piu' mani. Quantopian punta a sviluppare una societa' finanziaria che mette insieme algoritmi 'fatti in casa' per mettere a punto strategie automatiche di investimento, realizzate da un pool di trader ed esperti in scienze matematiche. Ogni mese gli algoritmi vincenti, cioe' quelli che hanno consentito i migliori guadagni, vengono selezionati e inclusi nel crowdsourcing hedge fund Quantopian.

Al momento fare soldi, spiega Houghton al Ft, non e' l'obiettivo prioritario della societa', che semmai ha la priorita' della "curiosita' intellettuale". "Se il nostro modello di business avra' successo - spiega Martin Froheler, un matematico austriaco che ha fondato la piattaforma di algo trading Quantiacs - non ci sara' piu' bisogno degli hedge fund". Questi trader dilettanti vengono spesso derisi dai money manager professionali, usano computer a basso prezzo e finora non hanno sfondato. Tuttavia il Ft nota che possono emergere e rivaleggiare con gli hedge fund tradizionali, dai quali ultimamente gli investitori stanno ritirando fondi per miliardi di dollari a causa di un lungo periodo di scarsi rendimenti. La creazione di algoritmi basati sulla fisica quantistica in grado di favorire lo sviluppo di strategie automatiche di investimento rappresenta da questo punto di vista, secondo il Ft, un'alternativa interessante, che merita di essere presa in attenta considerazione. (AGI)