Eni: firma accordo quadro per risorse petrolifere dell'Egitto

(AGI) - Roma, 14 mar. - Il Ministro del Petrolio e delleRisorse Minerarie egiziano, Sherif Ismail, e l'AmministratoreDelegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato oggi unaccordo quadro per sviluppare le risorse petrolifere del Paesee, allo stesso tempo, salvaguardare il ritorno degliinvestimenti di Eni. Secondo quanto riferisce una nota, l'accordo, firmato aSharm el-Sheik in occasione dell'Egyptian Economic DevelopmentConference, un meeting che ha l'obiettivo di promuovere gliinvestimenti internazionali nel Paese, prevede investimentitotali per un valore stimato di circa 5 miliardi di dollari. Gli investimenti, che saranno utilizzati attraverso larealizzazione di progetti nei

(AGI) - Roma, 14 mar. - Il Ministro del Petrolio e delleRisorse Minerarie egiziano, Sherif Ismail, e l'AmministratoreDelegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato oggi unaccordo quadro per sviluppare le risorse petrolifere del Paesee, allo stesso tempo, salvaguardare il ritorno degliinvestimenti di Eni. Secondo quanto riferisce una nota, l'accordo, firmato aSharm el-Sheik in occasione dell'Egyptian Economic DevelopmentConference, un meeting che ha l'obiettivo di promuovere gliinvestimenti internazionali nel Paese, prevede investimentitotali per un valore stimato di circa 5 miliardi di dollari. Gli investimenti, che saranno utilizzati attraverso larealizzazione di progetti nei prossimi 4 anni, sono finalizzatiallo sviluppo di 200 milioni di barili di olio e circa 37miliardi di metri cubi di gas. Tali investimenti, inoltre,contribuiranno efficacemente alle crescenti necessita' delladomanda locale di energia. L'accordo quadro pone le basi per discutere alcuniparametri contrattuali, inclusi l'applicazione di un nuovoprezzo gas ove necessario, ed estensioni temporali di alcuneconcessioni per garantire adeguati livelli di redditivita' adalcune iniziative di Eni nel Paese distribuite nelle aree delGolfo di Suez, nel deserto occidentale e nell'offshore delMediterraneo. La realizzazione di queste iniziative da parte di Eni e'soggetta alle opportune valutazioni di fattibilita' tecnica edeconomica da parte di entrambe le parti. In Egitto Eni e' presente dal 1954, dove opera attraversola controllata IEOC, ed e' il principale produttore con unaproduzione equity pari a circa 210 mila barili di olioequivalente al giorno.(AGI).