Enel: accordo con F2i per la cessione di impianti a biomassa in Italia

Prezzo fissato a 335 milioni di euro

Enel: accordo con F2i per la cessione di impianti a biomassa in Italia

Il gruppo Enel ha raggiunto un accordo con F2i Sgr per la vendita dell’intero portafoglio di impianti di produzione di energia elettrica da biomasse in Italia, per una potenza installata complessiva netta pari a circa 108 MW. 

La cessione, informa una nota, riguarda gli impianti in esercizio di Mercure e Finale Emilia, situati rispettivamente in Calabria e in Emilia Romagna, il 50% di Powercrop – la joint venture paritetica Enel Maccaferri - che detiene gli impianti in costruzione di Russi e Macchiareddu ubicati rispettivamente in Emilia Romagna e in Sardegna, e il progetto per la costruzione dell’impianto in fase di autorizzazione di Casei Gerola, in Lombardia.

Il perfezionamento dell’operazione è subordinato, tra l’altro, al nulla osta dell’Autorità Antitrust e potrà avvenire anche attraverso singoli atti di cessione relativi ai diversi impianti, tra il 2018 e il 2019. L’operazione, che si colloca nell’ambito della strategia del Gruppo di gestione attiva e rotazione degli asset, prevede un corrispettivo per la cessione dell’intero portafoglio di impianti pari a circa 335 milioni di euro.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it