Egitto: dal "nuovo" Canale di Suez 35% risorse Paese

(AGI) - Sharm el Sheik, 14 mar - Il "nuovo" Canale di Suez,una volta completati i lavori di allargamento e distrutturazione delle aree economiche circostanti, garantira'all'Egitto dal 30 al 35 per cento delle risorse perl'economia del paese. Lo ha detto in una conferenza nelcorso del summit "Egitto. Il futuro" in corso a Sharm elSheikh, il capo dell'Autorita' del Canale, Mohab Mamish. Pergestire e coordinare le attivita' legate allo sviluppo delCanale, l'esecutivo egiziano realizzera' un centrointernazionale industriale e logistico che si estendera' suitre governatorati di port Said, Ismailia e Suez, ha

(AGI) - Sharm el Sheik, 14 mar - Il "nuovo" Canale di Suez,una volta completati i lavori di allargamento e distrutturazione delle aree economiche circostanti, garantira'all'Egitto dal 30 al 35 per cento delle risorse perl'economia del paese. Lo ha detto in una conferenza nelcorso del summit "Egitto. Il futuro" in corso a Sharm elSheikh, il capo dell'Autorita' del Canale, Mohab Mamish. Pergestire e coordinare le attivita' legate allo sviluppo delCanale, l'esecutivo egiziano realizzera' un centrointernazionale industriale e logistico che si estendera' suitre governatorati di port Said, Ismailia e Suez, ha dettodal canto suo Dar Al-Handasah Egypt, che ha presentato idettagli del mega-progetto nel corso del summit. L'investimento previsto e' di 15 miliardi di dollari, cheverranno utilizzati per una serie di infrastrutture, fra cuicentrali elettriche per un totale di 6 gigawatt. Verrannodefinite tre zone economiche che copriranno un'area di 500chilometri quadrati. Nella zona di Est Port Said verra' allestito un porto conannessa area industriale specialmente dedicata alle medie epiccole imprese. Nella zona di Qantara verranno allocateprincipalmente industrie alimentari e tessili, favorite dallavicinanza delle aree coltivabili. La zona di Ain Al-Sokhna,vasta 80 chilometri quadrati a nord-est di Suez, ospitera' unporto destinato a diventare la "porta d'ingresso" dell'Egittoverso i paesi del Golfo, l'Asia e l'Africa. Vi saranno ospitateanche industrie medie e pesanti. Mamish, il capo dell'Autorita'del Canale, ha detto che verra' creato un organismo persupervisionare le attivita' legate ai nuovi progetti economicinell'interesse dello stato. Fra le altre cose, la nuovaAutorita' decidera' la destinazione dei terreni e servira' comepunto di riferimento per gli investitori. (AGI).