Le 10 novità del decreto fiscale che dovrebbero semplificarci la vita

Dalle bollette a 28 giorni alla cannabis terapeutica; dai ragazzini che tornano da scuola da soli allo stalking. Ecco come potrebbero cambiare le cose

Le 10 novità del decreto fiscale che dovrebbero semplificarci la vita

Le prescrizioni per le terapie a base di cannabis contro il dolore saranno a carico del Servizio sanitario nazionale, stop alla fatturazione delle bollette ogni 28 giorni per tlc e pay-tv, l'equo compenso viene esteso a tutti i professionisti e arriva la sanatoria fiscale per gli ex residenti all'estero e i transfrontalieri.

Sono alcune delle principali novità del decreto fiscale collegato alla manovra. Ma quali sono le misure che dovrebbero semplificarci (o complicarci) la vita? 

STOP BOLLETTE 28 GIORNI PER TLC MA NON GAS E LUCE: stop alla fatturazione delle bollette ogni 28 giorni per la telefonia, le pay tv, e internet ma non per luce e gas. Il periodo mensile o suoi multipli diventa lo "standard minimo" dei contratti . Gli operatori dovranno adeguarsi entro 120 giorni e, in caso di violazione è previsto un rimborso forfettario di 50 euro per ogni utente, maggiorato di 1 euro per ogni giorno successivo alla scadenza del termine imposto dall'Autorità. Raddoppiano anche le sanzioni che vanno da un minimo di 240mila euro ad un massimo di 5 milioni.

CANNABIS TERAPEUTICA A CARICO SSN: le preparazioni prescritte dal medico per la terapia contro il dolore saranno a carico del Servizio sanitario nazionale e sarà possibile lo sviluppo di nuove preparazioni a base di cannabis per la distribuzione nelle farmacie, dietro ricetta medica non ripetibile.

EQUO COMPENSO ESTESO A TUTTI I PROFESSIONISTI: la disciplina dell'equo compenso prevista per gli avvocati viene estesa a tutti i professionisti, inclusi quelli non iscritti a ordini o albi. Anche la pubblica amministrazione sarà chiamata a ispirarsi agli stessi criteri.

I MINORI 14 ANNI POTRANNO USCIRE DA SCUOLA: i minori di 14 anni potranno uscire autonomamente da scuola al termine delle lezioni, previa l'autorizzazione dei genitori o dei tutori.

AUMENTA PLATEA SCONTI AFFITTI STUDENTI FUORI SEDE: aumenta la platea degli studenti universitari che potranno usufruire della detrazione sugli affitti. La distanza dal Comune di appartenenza si riduce da 100 a 50 chilometri per chi vive in zone montane o disagiate e salta il vincolo dell'ubicazione della sede di studio in una provincia diversa.

DETRAZIONE PER ALIMENTI SPECIALI: arriva la detrazione fiscale per le spese sostenute per alimenti, a esclusione di quelli per i lattanti, da persone affette da malattie metaboliche congenite, ovvero disturbi del metabolismo.

SISMA, STOP RATE MUTUI FINO AL 2020: cospicuo il pacchetto di misure del governo a favore dei territori colpiti dal sisma. Sospese fino al 2020 le rate dei mutui per le attività economiche e per le prima case inagibili o distrutte localizzate in una zona rossa, istituita a partire dal 24 agosto 2016. I beneficiari dei mutui possono optare tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale, senza oneri aggiuntivi per il mutuatario.

NORMA SALVA-NONNA PEPPINA: arriva la norma per 'sanare' la casa di Nonna Peppina. La 95enne di San Martino di Fiastra vittima del terremoto, sfrattata dalla sua casetta di legno in provincia di Macerata, perché priva della licenza edilizia, potrà tornare nel suo chalet, costruito dalle figlie su un terreno di famiglia. Si prevede che le case costruite per "obiettive esigenze contingenti e temporanee" in "edilizia libera" non vengano più rimosse nel termine dei "90 giorni", ma chi ci vive possa rimanervi finché la propria abitazione non sia completamente resa agibile e comunque non prima dell'assegnazione di una soluzione abitativa di emergenza.

STALKING: i reati di stalking non potranno più essere estinti con il risarcimento.

VACCINI, MENO ADEMPIMENTI PER SCUOLE: dal prossimo anno scolastico 2018/2019 le scuole dovranno trasmettere alla Asl territorialmente competente, entro il 10 marzo 2018, soltanto l'elenco degli iscritti e acquisire successivamente la documentazione comprovante la situazione vaccinale sui minori segnalati dalle Asl perché non in regola con gli obblighi vaccinali.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.