Borse asiatiche ancora in ribasso, Shanghai -3, 52%

(AGI) - Pechino, 15 set. - Borse cinesi ancora in ribasso nellagiornata di oggi. Shanghai ha terminato la seduta in calo del3,52%, poco al di sopra dei tremila punti, a 3005,17 punti,recuperando negli ultimi minuti di contrattazioni dopo averesuperato il 4% di ribasso nella seduta pomeridiana, mentreShenzhen ha ceduto il 4,98% a fine giornata, dopo il crollo del6,5% di ieri. Dall'inizio della settimana, Shanghai ha persocirca il 6%. Piu' cauto l'andamento delle piazze asiatiche, inattesa dell'annuncio della Federal Reserve sui tassi diinteresse di giovedi' prossimo. Di poco sopra la parita' Tokyo,

(AGI) - Pechino, 15 set. - Borse cinesi ancora in ribasso nellagiornata di oggi. Shanghai ha terminato la seduta in calo del3,52%, poco al di sopra dei tremila punti, a 3005,17 punti,recuperando negli ultimi minuti di contrattazioni dopo averesuperato il 4% di ribasso nella seduta pomeridiana, mentreShenzhen ha ceduto il 4,98% a fine giornata, dopo il crollo del6,5% di ieri. Dall'inizio della settimana, Shanghai ha persocirca il 6%. Piu' cauto l'andamento delle piazze asiatiche, inattesa dell'annuncio della Federal Reserve sui tassi diinteresse di giovedi' prossimo. Di poco sopra la parita' Tokyo,con il Nikkei che ha chiuso in rialzo dello 0,34%, dopo ladecisione della banca centrale di lasciare invariate le lineedi politica monetaria, mentre Hong Kong chiude in ribasso diquasi mezzo punto, a -0,49%. Sul calo cinese pesano sia gli ultimi dati economicirilasciati nel fine settimana, al di sotto delle aspettative,che la decisione della China Securities Regulatory Commissiondi chiudere i conti legati all'acquisto di azioni a credito conla pratica del margin financing. Sono 3255 i conti ispezionatidalla Csrc, in totale dall'inizio dei crolli dei mercati nelgiugno scorso: il 76,3% di questi e' passato a metodi che leautorita' cinesi definiscono "legali" per continuare a operaresul mercato azionario, mentre il 6,3% e' stato chiuso. Ilcrackdown sul margin trading, ha pero' assicurato la Csrc "nonavra' un chiaro impatto sul mercato" in termini di perdite.L'ente di vigilanza sulle borse cinesi ha stimato in 600miliardi di yuan, circa 94 miliardi di dollari, il rischioderivante dall'uso di azioni come collaterale da parte delleagenzie di broker cinesi definendolo "controllabile". (AGI).