Borsa Italiana: in arrivo la riforma di Aim Italia

(AGI) - Milano, 18 lug. - L'advisory board di Borsa ItalianaSpa ha preso in esame ieri la proposta di modifica delregolamento del mercato Aim Italia elaborato dagli uffici dellastessa Borsa. Si e' aperta dunque una fase di consultazione altermine della quale, raccolto il parere consultivo (nonvincolante) dell'advisory board, la societa' del gruppo LondonStock Exchange che gestisce i mercati mobiliari italiani,varera' le modifiche. Stando a indiscrezioni di fonti vicinealla vicenda, al centro del progetto c'e' la revisione delprofilo operativo dei Nomad, cioe' di quegli intermediarifinanziari specializzati - se ne contano quindici

Borsa Italiana: in arrivo la riforma di Aim Italia
(AGI) - Milano, 18 lug. - L'advisory board di Borsa ItalianaSpa ha preso in esame ieri la proposta di modifica delregolamento del mercato Aim Italia elaborato dagli uffici dellastessa Borsa. Si e' aperta dunque una fase di consultazione altermine della quale, raccolto il parere consultivo (nonvincolante) dell'advisory board, la societa' del gruppo LondonStock Exchange che gestisce i mercati mobiliari italiani,varera' le modifiche. Stando a indiscrezioni di fonti vicinealla vicenda, al centro del progetto c'e' la revisione delprofilo operativo dei Nomad, cioe' di quegli intermediarifinanziari specializzati - se ne contano quindici - chegestiscono le quotazioni all'Aim e che, rispetto ad alcunevicende, hanno raccolto critiche per asserite leggerezze nellagestione dei processi di ammissione a quotazione, che su questomercato non sono soggette all'istruttoria presso la Consob. Lospirito che anima le proposte della Borsa sull'Aim e' dunquequello di razionalizzare e irrobustire i presidi"deregolamentati" del mercato, forse addirittura riducendo ilgia' piccolo numero dei Nomad e rendendo piu' stringenti leloro responsabilita'. L'attivita' post-quotazione, infatti,ricade poi di fatto negli ambiti gestionali della Borsa edeventuali problemi nati in sede di ammissione a quotazione e dicollocamento si sono fatti talvolta sentire. E' chiaro pero'che tra gli operatori questa correzione - in qualche modoretroattiva - dei criteri oggi in vigore non puo' essereaccolta con particolare soddisfazione perche' acquisire laqualifica di Nomad ha comportato investimenti e impegno e oraperderla significherebbe averli sprecati. Inoltre i Nomad sonogia' oggi pochi rispetto alla domanda di servizio che c'e': ai24 titoli quotati oggi all'Aim se ne potrebbero aggiungerepresto numerosi altri, visto che la quotazione e' piu' agevolee meno onerosa sia per i requisiti che per i temi,coerentemente col modello inglese che ha dato origine, sullapiazza londinese, a un mercato finanziario grande e moltoliquido delle piccole e medie imprese. Oggi per quotarsiall'Aim non sono prescritti requisiti minimi dicapitalizzazione o flottante, e il processo di ammissione puo'essere estremamente rapido. .