Banche: Ettore Caselli nuovo presidente di Assopopolari

(AGI) - Roma - Ettore Caselli, attuale presidentedella Banca popolare dell'Emilia Romagna, e' il nuovopresidente dell'Associazione Nazionale fra le Banche Popolari.
 [...]

Banche: Ettore Caselli nuovo presidente di Assopopolari
(AGI) - Roma, 10 lug. - Ettore Caselli, attuale presidentedella Banca popolare dell'Emilia Romagna, e' il nuovopresidente dell'Associazione Nazionale fra le Banche Popolari.La decisione e' emersa dopo la riunione d'assemblea ordinaria,alla quale e' seguito il consiglio di amministrazione che hadeliberato di procedere alla nomina a presidente di EttoreCaselli. Il cda, si legge in una nota di AssoPopolari, haquindi espresso al neo presidente un "vivo ringraziamento peraver accettato l'unanime designazione della categoria e,contemporaneamente, a Emilio Zanetti, che per un biennio haguidato l'Associazione, sentimenti di profonda gratitudine perl'impegno e la passione con cui ha svolto la sua opera". In conclusione dei lavori il Presidente Caselli hadichiarato: "E' un grande onore per me assumere oggi lapresidenza dell'Associazione Nazionale fra le Banche Popolari.Ringrazio tutti coloro che mi hanno accordato la propriafiducia e assicuro il massimo impegno nel sostenere, in ognisede, i valori fondanti di un modo peculiare di fare banca cheha radici lontane nel tempo ma che ha saputo via via rinnovarsiconfermando la propria vitalita'". "Siamo orgogliosi dell'aggettivo popolare - ha proseguitoil Presidente di Assopopolari - che figura nella ragionesociale dei nostri istituti e consapevoli che la formacooperativa e' ancora oggi la piu' adeguata per mantenere erafforzare quel ruolo di banca dei territori che ritengo sia unfattore determinante di successo. Non a caso, pur in unasituazione di crisi profonda e a prezzo di grandi sacrifici, leBanche Popolari hanno saputo mantenere negli ultimi anni unsolido legame con l'economia reale, senza arretrare di frontealla domanda di famiglie e imprese. E' un sostegno concreto checontinueremo ad assicurare, con rinnovato vigore, al tessutoproduttivo e in particolare alle piccole e medie imprese, percontribuire a un rafforzamento delle opportunita' di ripresaeconomica che iniziano, pur tra molte incertezze, aprofilarsi". (AGI).