Auto: rallenta in maggio il mercato Ue, bene l'Italia

(AGI) - Bologna, 16 giu. - Rallenta in maggio il mercatoautomobilistico dell'Unione Europea. Le immatricolazioni diautovetture, rileva Promotor, sono state 1.109.893 con unincremento sullo stesso mese del 2014 dell'1,3%: si tratta,sottolinea il centri studi bolognese, del piu' basso tasso dicrescita registrato da quando, in settembre 2013, il mercatodella Ue ha invertito la tendenza negativa innescata dallacrisi economica epocale iniziata nel 2008. Occorre tuttaviaconsiderare, spiega ancora Promotor, che sul risultato dimaggio hanno influito due giorni lavorativi in meno in alcunipaesi tra cui, in particolare, la Germania e la Francia. Questi due

(AGI) - Bologna, 16 giu. - Rallenta in maggio il mercatoautomobilistico dell'Unione Europea. Le immatricolazioni diautovetture, rileva Promotor, sono state 1.109.893 con unincremento sullo stesso mese del 2014 dell'1,3%: si tratta,sottolinea il centri studi bolognese, del piu' basso tasso dicrescita registrato da quando, in settembre 2013, il mercatodella Ue ha invertito la tendenza negativa innescata dallacrisi economica epocale iniziata nel 2008. Occorre tuttaviaconsiderare, spiega ancora Promotor, che sul risultato dimaggio hanno influito due giorni lavorativi in meno in alcunipaesi tra cui, in particolare, la Germania e la Francia. Questi due mercati registrano rispettivamente un calo del 6,7%e del 3,5%, ma a parita' di giorni lavorati con lo stesso mesedel 2014 il confronto sarebbe positivo. Si puo' quindi ritenere- spiega ancora Promotor - che l'andamento moderatamentefavorevole del mercato della Ue possa continuare nei prossimimesi con un tasso non lontano da quello del periodogennaio-maggio (+6,8%). In controtendenza rispetto a Germania eFrancia, il mercato spagnolo (+14% grazie al piano di sostegnoalle vendite di auto) e il mercato italiano (+10,8% ) pur conun giorno lavorativo in meno, dove le immatricolazioni aprivati sono aumentate piu' che le immatricolazioni alleimprese. "Va anche segnalato - commenta Gian Primo Quagliano,presidente del Centro studi Promotor - che in Italia e' in attoun fortissimo recupero nella produzione di autoveicoli esoprattutto di autovetture. In aprile la produzione diautovetture e' infatti aumentata addirittura dell'80%, mentrenel primo quadrimestre la crescita e' stata del 58%. Ilcrescente gradimento delle vetture prodotte in Italia ha avutonaturalmente riflessi anche sulle vendite in Europa. In maggio- conclude Quagliano - la quota di mercato del gruppo Fca e'infatti passata dal 6,4% del 2014 al 6,9%". Il quinto deicinque maggiori mercati dell'Unione, il Regno Unito, e'cresciuto in maggio del 2,4%, risultato definito 'abbastanzasoddisfacente', se si considera che e' il 39° datoconsecutivo di crescita. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it