Popolari: Assopopolari, nel decreto profili d'incostituzionalita' (2)

(AGI) - Roma, 11 mar. - Sul tema del possibile ricorso allaCorte Costituzionale e' intervenuto anche il segretariogenerale di Assopopolari, Giuseppe De Lucia Lumeno, secondo ilquale per il determinarsi del ricorso, occorre comunquel'avverarsi di un 'caso' specifico. "Vedremo cosa accade nelleprossime assemblee - ha spiegato - se qualche socio fara'eccezione alla trasformazione in spa. Noi, per ora, abbiamochiesto il parere di illustri costituzionalisti e c'e' stataunanimita' nel considerare non conforme al dettatocostituzionale lo strumento adottato (il decreto legge, ndr)per attuare la trasformazione delle maggiori banche popolari insocieta' per azioni.

(AGI) - Roma, 11 mar. - Sul tema del possibile ricorso allaCorte Costituzionale e' intervenuto anche il segretariogenerale di Assopopolari, Giuseppe De Lucia Lumeno, secondo ilquale per il determinarsi del ricorso, occorre comunquel'avverarsi di un 'caso' specifico. "Vedremo cosa accade nelleprossime assemblee - ha spiegato - se qualche socio fara'eccezione alla trasformazione in spa. Noi, per ora, abbiamochiesto il parere di illustri costituzionalisti e c'e' stataunanimita' nel considerare non conforme al dettatocostituzionale lo strumento adottato (il decreto legge, ndr)per attuare la trasformazione delle maggiori banche popolari insocieta' per azioni. "Ma anche sull'entita' della soglia imposta alle banchepopolari le perplessita' sono numerose, tenuto conto che laprassi corrente, decisa dalla Bce, fissa questo genere disoglie a 30 miliardi. "In tutto il mondo - ha detto De Lucia Lumeno rispondendoai quesiti dei senatori - il risparmio viene tutelato e inparticolare viene difeso il sistema delle banche popolari (inGermania, in Francia, ecc.) sistema che in Italia ha raggiuntolivelli di efficienza e stimolo economico per il territorio bensuperiori a quelli degli altri Paesi europei e non solo". (AGI) Red/Ccc